Categoria: Mondo digitale

  • Salone Internazionale del Libro 2012: una primavera digitale che fatica a sbocciare

    L’impressione generale infatti è che il mondo editoriale italiano, salvo qualche eccezione, sia costretto a parlare di digitale perché non è possibile ignorare il più grande cambiamento che ha investito l’editoria dai tempi di Gutenberg, ma che in realtà non ci sia né la voglia né la capacità che affrontare gli nuovi scenari che si stanno delineando.

  • I misteri della base militare: la classifica sull’iBookstore

    I misteri della base militare: la classifica sull’iBookstore

    Alessia Rastelli sul Corriere della Sera: […] La prima sorpresa della settimana arriva al quinto posto (la compagnia di Cupertino non rende note le proporzioni di acquisto tra un titolo e l’altro). Si tratta di Area 51, saggio sui segreti della base militare del Nevada firmato dal quartetto internazionale di giornalisti «Wiki Brigades». A pubblicarlo l’editore digitale americano […]

  • Titoli originali, format innovativi: è la strategia vincente degli editori del nuovo millennio

    Titoli originali, format innovativi: è la strategia vincente degli editori del nuovo millennio

    Vi segnalo l’articolo “Ebook, il mercato decolla sulle ali del Tablet e fa nascere nuovi editori” di Paola Jadeluca su Repubblica Affari e Finanza di oggi in cui si fa il punto sulla situazione del mercato digitale italiano.

  • Satchurated

    “Satchurated” è il titolo di un concerto in 3D di Joe Satriani’s 3D registrato durante il “The Wormhole Tour” dai pluripremiati registi Pierre and Francois Lamoureux. Verrà trasmesso nei migliori cinema e teatri degli Stati Uniti a marzo 2012 (forse a Milano qualche sala illuminata potrebbe ripetere l’esperimento ma ho forti dubbi…). Si tratta del primo Film/Concerto realizzato in 3D/7.1 Dolby Sorround. Speriamo che almeno ci scappi il dvd…

  • Il più bell’affare della tua vita

    Il primo trailer del documentario di prossima uscita targato OCA produzioni. Un video-ritratto di Alessandro Orlando, venditore, esperto d’arte, volto noto di Telemarket, incantatore televisivo. La formidabile vicenda di un vero divo.

  • Si parla di SOPA, censura, tutela e senso del copyright, musica e nuovi scenari (non solo digitali)

    “[…] Ad ogni modo se da un lato è più che comprensibile la richiesta di tutela del copyright da parte dei legittimi proprietari, è indubitabile anche che non è più possibile pensare di poter applicare vecchi schemi a nuovi scenari. C’è bisogno che l’intero diritto d’autore venga ripensato e che vengano stabilite nuove norme che tengano conto della realtà. Il mondo della musica è stato il primo ad essere investito dallo tsunami del web e quindi è interessante notare come sia cambiato il modello di businnes per chi deve confrontarsi quotidianamente con la pirateria online (chiamiamola così). […] L’alternativa è un luddismo di ritorno verso la rete in difesa della divinità copyright: ma se in letteratura abbiamo visto che la Jihad Butleriana ha raggiunto i suoi scopi dubito che ciò possa succedere nella realtà”.

  • Ascoltati nel 2011

    Quelli che seguono comunque sono i 10 album che ho ascoltato di più quest’anno (si, ok, sono uno che ascolta ancora gli album). Non credo minimamente che siano gli album più belli dell’anno, anche perché non si tratta di album pubblicati nel 2011. Semplicemente gli album che, per una serie infinita di motivi, sono girati di più nella mia macchina, nel mio iPhone o nell’impianto a casa.

  • I trentenni del libro fra ebooks e fumetti

    Trentenni ambiziosi e appassionati, armati di ottime idee e di una buona dose di coraggio. Giovani editori veneti crescono. C’è chi porta avanti il progetto di famiglia, chi trasforma il libro in un piccolo oggetto prezioso, chi racconta la cronaca e la storia recente attraverso il fumetto e chi sceglie la strada del digitale. Ecco, dunque, qualche esempio vincente: una selezione di nomi, volti e progetti nuovi, una prima mappa (in evoluzione) delle giovani eccellenze, dei talenti editoriali della nostra regione. […] Parliamo quindi di e-book e audiolibri, campo d’indagine esclusivo di La Case, creatura di Giacomo Brunoro e Jacopo Pezzan, con sede a Padova e Los Angeles, che ha scelto la strada del digitale, raccogliendo ottimi risultati dopo un solo anno di attività. Nata nel dicembre 2010, nel primo semestre del 2011 La Case ha pubblicato 30 titoli: due in particolare, Amanda Knox & The Perugia Murder e The True Stories of the Monster of Florence, sono stati venduti in Usa, Australia, Irlanda e Inghilterra, diventando piccoli casi editoriali internazionali.

  • Cosa cambia nel mercato digitale in Italia ora che è arrivato Kindle?

    Ora che Kindle Store ha aperto ufficialmente la sua sezione italiana è molto probabile che il mercato digitale subisca una rapida accelerata. La portata rivoluzionaria di Amazon non sta certo nel numero di titoli a disposizione dato che, più o meno, si tratta degli stessi ebook già disponibili in altri portali di vendita dedicati come Book Republic, iBooks, Ultima Books e tanti altri. Una delle novità più importanti infatti è che finalmente anche in Italia si potrà comprare il Kindle ad un prezzo tutto sommato accessibile (il modello base parte da 99 dollari). Il passato ci ha insegnato che è l’introduzione di un device innovativo e funzionale a cambiare le regole del mercato: i lettori mp3 esistevano prima che fosse inventato l’iPod, ma è stato l’iPod ad inventare l’mp3.

  • Il delitto di via Poma in digitale: ebook e audiolibro

    Martedì serà in prima serata su Canale5 andrà in onda una fiction sul delitto di via Poma, senza ombra di dubbio uno delle vicende più complicate della recente storia giudiziaria italiana. Inevitabile che la fiction abbia scatenato molte polemiche dato che, proprio in questi giorni si è aperto il processo di appello contro Raniero Busco, condannato in primo grado per l’omicidio di Simonetta Cesaroni avvenuto in via Poma il 7 agosto 1990. Si ripete quanto successo con il delitto di Meredith Kercher quando è stata trasmessa negli Stati Uniti una fiction sul caso mentre quando il caso era ancora apertissimo (e infatti è notizia di questi giorni che verrà girato un nuovo finale, vista che Amanda Knox e Raffale Sollecito sono stati assolti in appello). Si tratti di due casi molto diversi tra loro per dinamica, indagini, sviluppi giudiziari e il tipo di protagonisti coinvolti, anche se i punti in comune sono tanti: due giovani ragazze brutalmente assassinate, l’apparente mancanza di un movente, i molti errori investigativi compiuti nel corso delle indagini. Non c’è dubbio che quello di via Poma sia un caso molto più complesso e, dopo più di vent’anni, molto difficilmente si riuscirà a scoprire come siano andate veramente le cose in quel maledetto pomeriggio di tanti anni fa.

  • Un’anteprima di “Che Dio ti aiuti, Bambola” di Carlo Callegari a Letteralmente Aperta

    [Alla serata del 27 ottobre della jam session letteraria “Letteralmente Aperta” Carlo Callegari ha letto un brano tratto dal suo romanzo in uscita in formato digitale con LA CASE Production. Stiamo lavorando proprio in questi giorni agli ultimi dettagli ma già vi posso dire che il romanzo di Carlo è davvero uno spasso ed è con molto piacere quindi che vi presento in anteprima un estratto da “Che Dio ti aiuti, Bambola”] “E’ una Sulky” risposi. “Lo so anch’io che è una Sulky. Solo pensavo che ormai si fossero tutte estinte.” “A quanto sembra qualcuna è sopravvissuta. Comunque, amico mio, quello è il nostro mezzo di trasporto per questa sera”. “Cosa? Mi stai prendendo per il culo?” mi chiese sbalordito. “No, credimi. E’ la persona che stavamo aspettando”. “E noi dovremmo andare dai fratelli Makarovic con quel triciclo color merda?” “A quanto pare sì”. “Ma ti rendi conto di quello che stai dicendo? Che razza di professionisti siete?” “Abbiamo un piano…”, azzardai.