Archivi categoria: ebook

Perché tutti parlano di Charles Manson

Perché tutti parlano di Charles Manson, la mia intervista a Donna Moderna su uno dei casi di cronaca più agghiaccianti degli ultimi 50 anni.

Un paio di settimane Flora Casalinuovo mi ha contattato perché stava preparando un articolo su Charles Manson per Donna Moderna. Si stava documentando sul caso e aveva notato l’ebook su Manson che ho scritto insieme a Jacopo Pezzan. Stranamente sui delitti della Family ci sono poche pubblicazioni in Italia, dico stranamente perché a tutt’oggi resta uno dei casi di cronaca nera più agghiaccianti di sempre.

Continua a leggere Perché tutti parlano di Charles Manson

Annunci

Felice Maniero, a Jesolo un convegno su Faccia d’Angelo

Felice Maniero, sabato a Jesolo un convegno sulla Mala del Brenta all’interno della mostra dedicata ai Serial Killer. Con Fabio Sanvitale, Antonio Palmosi, Monica Zornetta e Cinzia Tani

Felice Maniero continua a fare notizia, dato che sabato 30 gennaio al Pala Arrex di Jesolo si terrà il convegno “Mafia del Brenta: una storia di amicizia e morte“.

La storia della Mala del Brenta e del suo leader, “Faccia d’Angelo”, verrà raccontata dai criminologi Fabio Sanvitale e Antonio Palmosi insieme alle giornaliste Monica Zornetta e Cinzia Tani. Continua a leggere Felice Maniero, a Jesolo un convegno su Faccia d’Angelo

Pablo Escobar, il Re dei Narcos

Pablo Escobar, il re dei Narcos. Per la prima volta la vita del fondatore del Cartello di Medellin raccontata in italiano in un ebook pubblicato da LA CASE Books.

Pablo Escobar, il Re dei Narcos, è il nuovo ebook scritto a quattro mani dal sottoscritto insieme a Jacopo Pezzan. Terzo volume della collanan POP ICON, dopo quelli dedicato a John Holmes e a John Carpenter. Continua a leggere Pablo Escobar, il Re dei Narcos

Visione e scenario, presente e futuro del Salone del Libro

Visione e scenario, presente e futuro del Salone del Libro di Torino

>> estratto tratto da “Torino Fury Road, cronache dal Salone del Libro 2015”, articolo pubblicato originariamente su SugarDAILY, il blog di Sugarpulp

Com’è andato questo Salone del Libro? Che aria si respirava tra gli stand? Che dicono gli editori? E gli scrittori?

Per quanto mi riguarda, il Salone 2015 è andato alla grande, sia da un punto di vista umano che professionale. Continua a leggere Visione e scenario, presente e futuro del Salone del Libro

SugarCon 2014: scarica l’ebook gratuito su iBooks Store

Disponibile l’ebook gratuito SugarCon 2014 con il programma completo del festival Sugarpulp e l’elenco completo degli ospiti della 4e edizione

È disponibile online l’ebook gratuito SugarCon 2014 – Festival Internazionale Sugarpulp, ebook multimediale che contiene il programma completo del festival, l’elenco degli ospiti e tutti i dettagli della 4a edizione del festival Suarpulp.

SugarCon 2014 scarica l'ebook gratuito su iBooks Store

L’ebook multimediale, pubblicato dall’editore californiano LA CASE Books, è ottimizzato per iPad e ripercorre anche le precedenti quattro edizioni del festival con foto, video, rassegna stampa e anche con una carrellata delle pubblicazioni degli autori Sugarpulp.

Per maggiori informazioni sullo SugarCon 2014 – Festival Internazionale Sugarpulp potete consultare il sito ufficiale della manifestazione.

John Holmes, la vita del re del porno in un ebook

John Holmes – Una vita vissuta pericolosamente, è il titolo del mio nuovo ebook scritto con Jacopo Pezzan che racconta l’incredibile vita del re del porno.


John Holmes
è ancora oggi considerato il re
del porno. Era già una star internazionale quando il porno era ancora illegale in quasi tutto il mondo, tanto che su di lui e sulle incredibili e sproporzionate dimensioni del suo pene sono sorte negli anni vere e proprie leggende metropolitane.

Tutt’ora, anche se i suoi film non hanno più mercato e sono ormai dimenticati i nomi e le facce della maggior parte delle star della golden age del porno, tutti sanno benissimo chi è John Holmes. Continua a leggere John Holmes, la vita del re del porno in un ebook

Sognavo di essere Bukowski, citazioni

Sognavo di essere Bukowski, di Gino Armuzzi, LA CASE Books (2014), euro 3.99 – Citazioni

Sognavo di essere Bukowski, di Gino Armuzzi, LA CASE Books (2014), euro 3.99 – Citazioni:

Sognavo di essere Bukowski: il cult sugli anni '80 torna in ebook
Sognavo di essere Bukowski: il cult sugli anni ’80 torna in ebook

[…] Come potete avere capito da questa mia introduzione, il vostro si trovava intorno ai vent’anni in una situazione ottimale: soldi, macchina, amici, bella vita e una fidanzata modello Jessica Rabbit. A parte qualche sfortunato e casuale rendez-vous con Natale vivevo un momento di quiete autocelebrativa. Quella stessa quiete che si genera nell’aria in certe isole tropicali, soltanto pochi istanti prima dell’arrivo di un ciclone. […] 

[…] L’amore, come potrete intuire, era un concetto molto distante, mentre il sesso aveva nelle nostre teste la presenza continua e ossessiva di un martello pneumatico. Fino a quel momento di donne ne avevo avute anche parecchie; per lo più non belle, spesso anche brutte ma inequivocabilmente troie. Dì altronde le sceglievo apposta. […] 

[…] Ma poi tornavo in libreria a cercare i libri di Bukowski e degli altri maledetti. In poco tempo mi ero fatto una piccola ma selezionata biblioteca di tutti gli scrittori negativi.
C’erano gli alcolizzati come Kerouac, gli alcolizzati ed erotomani come Bukowski e Miller, i suicidi come Papa Hemingway, i froci come Gide, Wilde e Cocteau, i froci-drogati e comunisti come Ginsberg, i froci-drogati-comunisti e uxoricidi come Burroughs, i froci-pazzi-malavitosi-prostituti e comunisti come Genet, gli oppiomani come De Quincey e Baudelaire, i nazisti come Evola e Celine, i nazisti e suicidi come Mishima, i nazisti-eroinomani e suicidi come La Rochelle, i negri e comunisti come Baldwin, i comunisti e froci come Pasolini, le ninfomani come Anaïs Nin, i pazzi come Artaud, i pazzi e sifilitici come Nietzche, i pedofili come Carrol e via continuando in una fantastica sarabanda, in un infernale hocus pocus del diverso e del mostruoso.
Non ce n’era uno normale: per essere ammessi nella mia biblioteca non bastava essere negri, ma bisognava almeno aver violentato una bambina. Bianca, ovviamente. […] 

Continua a leggere Sognavo di essere Bukowski, citazioni

#porvenir #selfie #cuoremio, una storia ironica e visionaria, irriverente e poetica

Esce oggi il nuovo ebook di Carlo Callegari scritto con il regista romano Francesco Dominedò per l’editore californiano LA CASE Books.

#porvenir #selfie #cuoremio, una scrittura inedita tra narrativa e cinema

#porvenir #selfie #cuoremio, una storia ironica e visionaria, irriverente e poeticaUn progetto inedito che coinvolge narrativa, cinema, fotografia, nuovi linguaggi, tecnologie digitali e che è già un cult in rete grazie al coinvolgimento nel progetto di Matteo Branciamore.

#porvenir #selfie #cuoremio è il titolo dell’ebook pubblicato dall’editore californiano LA CASE Books, un progetto di scrittura innovativo e inedito, a partire proprio dal titolo: per la prima volta infatti vengono utilizzati degli hashtag nel titolo di un romanzo italiano.

L’uso dell’hashtag torna anche tra le pagine di #porvenir #selfie #cuoremio come vero e proprio strumento narrativo per fotografare e al tempo stesso congelare in un istante emozioni, attimi, parole non dette, sentimenti che passano davanti ai nostri occhi troppo velocemente per essere raccontati. Una stria corale che si inserisce di forza nel filone della grande narrativa popolare italiana.

Un progetto di scrittura che coinvolge anche il cinema, con il regista Francesco Dominedò che ha firmato la storia insieme a Carlo Callegari, autore del “club” Sugarpulp. Ma fa parte del progetto anche Matteo Branciamore, volto noto del cinema e della tv italiana, che ha prestato il suo volto per la copertina dell’ebook e che dovrebbe essere uno dei protagonisti della trasposizione cinematografica di #porvenir #selfie #cuoremio.

Continua a leggere #porvenir #selfie #cuoremio, una storia ironica e visionaria, irriverente e poetica

Sognavo di essere Bukowski: il cult sugli anni ’80 torna in ebook

Sognavo di essere Bukowski di Gino Armuzzi torna in una nuova edizione digitale: diretto come un pugno, leggero come una birra chiara alla spina in pizzeria, godibile dalla prima all’ultima pagina.

Sognavo di essere Bukowski: il cult sugli anni '80 torna in ebook
Sognavo di essere Bukowski, la cover della nuova edizione digitale

Uscito per la prima volta nel 1994 Sognavo di essere Bukowski di Gino Armuzzi è uno di quei romanzi generazionali che lasciano un segno.

Vero e proprio fenomeno cult, il romanzo di Armuzzi è riuscito a raccontare in maniera divertentissima la meravigliosa schizofrenia degli anni ’80 italiani. A distanza di vent’anni esatti dalla prima edizione l’editore californiano LA CASE Books ne pubblica ora una nuova versione digitale.

Sognavo di esser Bukowski torna dunque finalmente in libreria, anche se nelle librerie digitali. Una vera e propria celebrazione dei vent’anni della prima uscita ma anche una pubblicazione che vuole colmare un vuoto per i lettori: il libro di Armuzzi era infatti introvabile, con la prima rarissima edizione del ’94 esaurita da tempo così come la seconda edizione pubblicata da Sperling nel 2004. Continua a leggere Sognavo di essere Bukowski: il cult sugli anni ’80 torna in ebook

aNobii le statistiche di un 2013 da lettore

aNobii le statistiche di un 2013 da lettore

aNobii mi informa che quest’anno ho letto 68 libri per un totale complessivo di 15.581 pagine (quando parlo di libri parlo di tutto: libri, fumetti, ebook)Come sempre numeri reali sono un po’ diversi a causa di tanta, troppa roba letta per lavoro e che non ha lasciato traccia, oltre a tutte le letture che per un motivo o per l’altro non sono finite dentro ad aNobii.

Rispetto all’anno scorso ho letto meno libri ma più pagine (per gli erotomani delle statistiche qui trovate i dati del 2012 e qui quelli del 2011). Per ora comunque il top resta il 2005 (163 libri per un totale di quasi 30mila pagine lette), anno che difficilmente potrà essere superato in futuro.

Continua a leggere aNobii le statistiche di un 2013 da lettore

Il Salone del Libro di Francoforte e lo stato agonizzante dell’editoria italiana

Il Salone del Libro di Francoforte e lo stato agonizzante dell’editoria italianaIl Salone del Libro di Francoforte (i fighi scrivono Buchmesse) è l’appuntamento più importante per l’editoria mondiale, per lo meno per quella occidentale.

Rispetto a tutte le altre fiere di settore Francoforte è rivolta principalmente agli addetti ai lavori: è un momento di business importantissimo ma è anche l’occasione per fare il punto sulla situazione dei vari mercati editoriali.

E proprio a Francoforte l’AIE (Associazione Italiana Editori), ha presentato i dati relativi al 2012 e ai primi 8 mesi del 2013. Siete curiosi di sapere qual è lo stato di salute dell’editoria italiana? Ve lo dico subito: coma farmacologico, ancora un po’ e saremo al coma irreversibile. Diciamo che il mondo del libro italiano è un po’ come quei tizi che portavano su una barella al pronto soccorso di ER con George Clooney che urlava lo stiamo perdendo, lo stiamo perdendo!.

Leggi tutto l’articolo su Sugardaily, il blog di Sugarpulp

Occhi cubani

Occhi cubaniE’ online il mio primo ebook di narrativa, “Occhi cubani”, pubblicato per Lite Editions nella collana Atlantis.

Si tratta di una serie di racconti lerci e volgari ambientati all’Avana. Li ho scritti un bel po’ di anni fa in una merdosa casa particular proprio all’Avana e, se non fosse stato per Lorenzo Mazzoni e Marco Belli (grazie ragazzi!), probabilmente oggi sarebbero ancora soltanto dei file in qualche mio vecchio hard disk.

Ecco l’abstract preparato dall’editore:

Le tragicomiche avventure erotiche ed eroiche di un viaggiatore italiano nella capitale cubana, fra perdigiorno, poliziotti corrotti e donne, tantissime donne, di tutte le età. Un reportage ironico e dissacrante sul turismo sessuale nei Caraibi.

Il titolo originale doveva essere “Occhi di negra” ma me l’hanno cassato (chissà perché…). E’ una robetta che si legge veloce, un’oretta al massimo, e ve la portate via con 1.99. Cosa volete di più dalla vita?

Qui trovate la scheda completa dell’ebook sul sito di Lite Editions (dove naturalmente è possibile acquistare l’ebook), intanto ecco le prime righe:

È passata la prima notte a l’Avana. La città a prima vista è deprimente ma, al tempo stesso, esaltante: si respira nell’aria una decadenza reale, concreta, visibile. Tutto cade a pezzi e te ne puoi rendere conto allungando la mano, afferrando il disfacimento che ti circonda.
Fa molta tristezza vedere in che condizioni vive la gente da queste parti e come si deve umiliare con i turisti, giorno dopo giorno, nel tentativo di racimolare una goccia di speranza in più. Giusto per stare in tema, proprio ieri sera ho contribuito in maniera significativa al PIL nazionale con una negretta che ho letteralmente strapagato. Se non fosse per il fatto che ero pienamente consapevole di quello che stavo facendo la cosa potrebbe essere considerata un vero e proprio furto (o un atto di beneficenza, dipende dai punti di vista).
Che sia incapace di intendere e di volere? Probabile. Magari è stato un modo per saldare il conto con la mia coscienza, o forse ho soltanto voluto ritagliarmi un ruolo nella commedia che quella poveretta è costretta a recitare da una vita. Una volta tanto però la commedia le è andata bene.
Chissà se pensa a quello che dice, quando attacca bottone meccanicamente con gli italiani sfigati come me, ripetendo sempre la stessa tiritera…