Archivi categoria: iTunes

Titoli originali, format innovativi: è la strategia vincente degli editori del nuovo millennio

Vi segnalo l’articolo “Ebook, il mercato decolla sulle ali del Tablet e fa nascere nuovi editori” di Paola Jadeluca su Repubblica Affari e Finanza di oggi in cui si fa il punto sulla situazione del mercato digitale italiano.

Nel pezzo trovate anche alcune dichiarazioni del sottoscritto, oltre a quelle di Antonio Tombolini di SimplicissimusFrancesco Verso di KippleJacopo De Michelis di Marsilio, Simone Bedetti di Area51 PublishingMarco Cassani di Minimum Fax e Martin Angioni, country manager Amazon Italia.

Potete leggere tutto l’articolo di Paola Jadeluca su Repubblica Affari e Finanza.

Annunci

Ascoltati nel 2011

Quelli che seguono comunque sono i 10 album che ho ascoltato di più quest’anno (si, ok, sono uno che ascolta ancora gli album).

Non credo minimamente che siano gli album più belli dell’anno, anche perché non si tratta di album pubblicati nel 2011. Semplicemente gli album che, per una serie infinita di motivi, sono girati di più nella mia macchina, nel mio iPhone o nell’impianto a casa.

Vado completamente a braccio quindi, come sempre in queste cose, in realtà scriverò gli album che sto ascoltando di più ultimamente…

  • III, Chickenfoot
  • Italyan, Rum Casusu Çikti, Elio e le Storie Tese
  • Sheik Yerbouti, Frank Zappa
  • Liberi Liberi, Vasco Rossi
  • F.U.C.K, Van Halen
  • Happy Hollidays, Billy Idol
  • Past to Present 1977-1990, Toto
  • De-Mente, Abbattilanoia
  • Ear T-Tracy, Andy Timmons
  • Holy Diver, Ronnie James Dio

Certo che a guardarli messi insieme così uno dopo l’altro mi sembra evidente una sola cosa: ho dei gusti musicali a di poco orrendi.

Unabomber: Terrore a Nord Est

2011_04_15_UnabomberNei giorni scorsi Massimo Zilio, giornalista del Gazzettino, mi ha intervistato per parlare in anteprima di “Unabomber: Terrore a Nord Est”, il nuovo audiolibro che sarà disponibile dalla settimana prossima su iTunes Store che ho scritto come sempre insieme a Jacopo Pezzan.

Oggi sul Gazzettino è uscito il pezzo che vedete qui a lato. Ecco invece la scheda completa dell’audiolibro (che a breve sarà disponibile anche in formato ebook):

Unabomber: Terrore a Nord Est
di Jacopo Pezzan e Giacomo Brunoro

Il nuovo lavoro di Pezzan e Brunoro rappresenta la più completa ed approfondita analisi mai fatta finora su uno dei misteri italiani più inquietanti: il caso di Unabomber.  Un incubo che mischia agghiaccianti azioni criminali, clamorosi errori investigativi e, per alcuni, anche sinistri messaggi in codice.

Il folle dinamitardo soprannominato Unabomber infatti ha seminato il panico tra Veneto e Friuli Venezia Giulia per anni senza lasciare la minima traccia: mai una rivendicazione, mai un passo falso.

Oltre alla dettagliata analisi di tutti gli attentati del misterioso dinamitardo gli autori presentano in quest’opera tutte le teorie investigative che si sono susseguite nel corso degli anni, analizzando anche il perverso rapporto tra Unabomber e la stampa.

Unabomber_Terrore_A_Nord_EstInfine tre interviste esclusive con alcuni dei protagonisti di questa inquietante vicenda: una con Vittorio Borraccetti, ex Procuratore Capo della Procura di Venezia e attualmente membro del CSM, l’uomo che per anni ha dato la caccia al folle bombarono creando anche la così detta squadra anti-Unabomber; una con Ario Gervasutti, direttore de Il Giornale di Vicenza e all’epoca dei fatti inviato speciale del Gazzettino, il giornalista che più di ogni altro ha seguito le azioni di Unabomber sul territorio; infine un’intervista a Luigi Bacialli, attualmente direttore di Rete Veneta e che, quando era direttore de Il Gazzettino, coniò il termine “monabomber” lanciando un guanto di sfida a questo misterioso criminale senza volto.

CENTOMILA LIBRI DA SENTIRE

Riporto l’ottimo articolo pubblicato ieri su Repubblica sullo stato attuale delle cose per quanto riguarda la galassia audiolibri in Italia. Dario Pappalardo ha fatto il punto della situazione intervistando alcuni dei più importanti operatori italiani del settore, tra cui il sottoscritto (in teoria cliccando sull’immagine dovreste poter leggere comodomente tutto l’articolo, altrimenti ecco il link all’articolo nell’archivio di Repubblica.it).

Il mio audiolibro sul delitto di Perugia al 10° posto della classifica iTunes UK

L’audiolibro “Amanda Knox and The Perugia Murder”, scritto a due mani dal sottoscritto insieme a Jacopo Pezzan, è arrivato al decimo posto della classifica degli audiolibri più venduti nel Regno Unito nella categoria Non-Fiction.

Nei giorni scorsi è stato anche al numero uno della classifica Non-Fiction di iTunes in Portogallo e al numero 35 della stessa classifica in Irlanda. Al di là di ogni più rosea previsione dunque, tenendo conto che anche su Amazon l’ebook sta andando benissimo (l’altro giorno era al 18esimo posto tra i libri più venduti su Amazon… in Perù! Non chiedetemi come sia possibile una cosa del genere perché non ne ho idea).

Novità Audiolibri: “Il delitto di via Poma: un giallo senza fine”.

Il giallo di via Poma è senza dubbio uno dei casi più famosi e complicati degli ultimi vent’anni, un giallo che per moltissimo tempo è stato il cold case per eccellenza della storia italiana.

Questa brutta storia è cominciata nell’estate nel 1990 e, nonostante la sentenza di primo grado che ha condannato pochi mesi fa Raniero Busco, la sensazione è che non sia ancora finita.

Il delitto di via poma: un giallo senza fine
di Jacopo Pezzan e Giacomo Brunoro
Speaker: Max Dupré, Rita Zanchetta, Nino Carollo e Mauro Ferreri.
1h 25′ 3.95 euro

L’adiolibro è disponibile su iTunes Store

Le tristi parole di un vecchio bollito

Ecco cos’ha dichiarato Jon Bon Jovy al Sunday Times. Naturalmente si sta parlando dei giovani d’oggi:

“E non sanno cosa sia la bellezza di investire la paghetta su una decisione basata sulla copertina, senza sapere come sarà l’album, guardando un paio di foto ed immaginandolo. Dio mio, quelli erano tempi magici. Detesto dare l’impressione di sembrare un vecchio, ma tra una generazione la gente si chiederà: ma cosa è successo? Steve Jobs è personalmente responsabile per aver ammazzato il music business”.

Povero vecchio patetico attaccato soltanto al suo portafogli (che, per altro, dovrebbe essere bello gonfio).

Il delitto di Perugia in un audiolibro firmato dai padovani Pezzan e Brunoro

Ecco il bell’articolo pubblicato da Massimo Zilio nel Gazzettino di ieri:

«Dopo le polemiche sul film per la tv statunitense, ora Amanda Knox e la sua vicenda giudiziaria diventano protagoniste di un audiolibro. Gli autori di “Amanda Knox e il delitto di Perugia” (LA Case, 3.95 euro, durata 1h 14′) sono du padovani, Jacopo Pezzan e Giacomo Brunoro. Entrambi sono legati all’esperienza Sugarpulp, movimento letterario “che vuole celebrare la liturgia di una terra e una realtà sociale tipiche del Nordest”, come si legge nel manifesto del sito omonimo (sugarpulp.it).

I due non sono nuovi ad esperienze del genere e, sempre per l’etichetta statunitense LA CAse hano pubblicato un altro audiolibro che racconta l’orrore della cronaca italiana “Il Mostro di Firenze”. Il nuovo lavoro della coppia è già disponibile su iTunes Store con foto di copertina di Michele Audisio. Speaker ed interpreti del lavoro sono Max Dupré, Mauro Ferreri, Yacine May, Nino Carollo e Rita Zanchetta. L’audiolibro è stato pubblicato contemporaneamente anche nella versione inglese per il mercato statunitense con il titolo “Amanda Knox and the perugia murder”.

Continua a leggere Il delitto di Perugia in un audiolibro firmato dai padovani Pezzan e Brunoro

Novità Audiolibri: Amanda Knox e il delitto di Perugia

Nuovo audiolibro pubblicato da LA Case: è già disponibile su iTunes Store infatti “Amanda Knox e il delitto di Perugia”, di Jacopo Pezzan e Giacomo Brunoro.
L’audiolibro è stato pubblicato contemporaneamente anche nella versione inglese per il mercato statunitense con il titolo “Amanda Knox and the Perugia Murder”.

Il 5 dicembre 2009 Amanda Knox e Raffale Sollecito sono stati condannati per il brutale omicidio di Meredith Kercher. Nel dicembre dell’anno successivo si è aperto il processo di appello. Nonostante la prima sentenza l’opinione pubblica italiana ed internazionale si è divisa nettamente: in molti infatti pensano che Amanda e Raffaele siano vittime di un macroscopico errore giudiziario. Le immagini dei due fidanzatini hanno fatto il giro del mondo, rimbalzando dal web alla tv, alimentando un vero e proprio circo mediatico. Continua a leggere Novità Audiolibri: Amanda Knox e il delitto di Perugia

Audiolibri, un business in crescita che attrae concorrenti dall’estero

Protagonisti del mercato sono “Il Narratore”, “Good Mood Edizioni” e “Emons Italia”, che hanno chiuso il 2010 con risultati positivi. Ad essi si contrappone “La Case”, azienda di Los Angeles che propone una produzione pensata proprio per l’Italia.

Articolo pubblicato a pag. 47 di Repubblica Affari e Finanza di lunedì 28 febbraio 2011 a firma di Paola Jadeluca.

Il Mostro di Firenze, la recensione di Carlo Vanin su Sugarpulp.it

Tra i tanti difetti che ho c’è quello di leggere Stephen King. Lo so, lo so. E’ come l’harmony dell’orrore ormai. Ma capitemi, è come essere sposati con una tizia da vent’anni. Sai che una volta l’hai amata tanto, che hai imparato qualcosa da lei e anche se è diventata chiacchierona, ripetitiva e un po’ monotona, preferisci starci assieme in virtù di quel folle amore di tanto tempo fa piuttosto che mollarla.

Sono un abitudinario, non mi giudicate, siete come me, cantava il saggio. Bè, dicevo: Stephen King. Il vecchio re, oltre che parlarsi addosso, farsi lunghe passeggiate fra i boschi del Maine e farsi investire dalle macchine, è un patito di audiolibri.

Si mette in macchina (oddio, macchina, son sicuro che ha uno di quei suv americani che fanno 5000 di cilindrata e fanno al massimo le 100 miglia all’ora) mette un audiolibro in formato cd nel lettore e se lo gode. Ma magari il vecchio è più aggiornato di quanto immagino. Magari collega il suo ipod all’entrata mini-jack dell’autoradio. In ogni caso il risultato è lo stesso: occhi sulla strada e buona letteratura all’orecchio.

 

Leggi tutta la recensione su Sugarpulp.it

Da Los Angeles per conquistare il Made in Italy dell’audiolibro

[Ecco l’articolo firmato da Paola Jadeluca e pubblicato oggi su Repubblica Affari e Finanza. Si parla de LA CASE, il nuovo progetto editoriale in cui sono coinvolto]

Da a Los Angeles all’Italia per conquistare il mercato in grande sviluppo degli audiolibri. A dire il vero LA CASE, casa editrice con sede nella metropoli americana, non s’è dovuta manco spostare: grazie a Internet si fa tutto in rete, dalla concezione alla produzione fino alla commercializzazione, anche dei nuovi audiolibri ed ebook pensati per il mercato itlaliano.

Abbiamo tre filoni“, racconta Giacomo Brunoro che ha appena lasciato il suo incarico alla Good Mood, tra i principali produttori italiani di audiolibri, per l’incarico di direttore editoriale per l’Italia di LA CASE: “la prima collana, chiamata I Signori della Guerra, racconta le vite dei protagonisti della storia militare, da Gengis Khan a Rommel fino a Cesare. Un’altra collana sarà dedicata ai luoghi storici e leggendari, da Atlantide alle Piramidi. Infine una collana specifica sui grandi casi di cronaca italiani intitolata Misteri Italiani. Sono tutte tematiche di grande appeal, dove c’è un grande vuoto nell’editoria commerciale“.

Il caso di Amanda Knox e il delitto di Meredith a Perugia è già diventato un caso internazionale grazie alla fiction della FOX, e questo sarà anche il prossimo titolo in catalogo di LA CASE, che commercializzerà l’audiolibro e l’ebook in due versioni: una in inglese per il mercato USA e una in Italiano. E’ già uscito invece “Il mostro di Firenze” che a breve verrà pubblicato anche nella traduzione per il mercato Usa, dove l’Italia rappresenta sempre una terra di grande interesse e persino i casi di cronaca hanno grande risonanza.

Recente la pubblicazione de “Il Caso Orlandi”, di Jacopo Pezzan e Giacomo Brunoro (che è anche autore), audiolibro finito direttamente nella top ten degli audiobook più venduti in Italia. Ultimo nato “La Musa del Dams: il delitto che ha infranto il sogno di una generazione”, sempre di Jacopo Pezzan e Giacomo Brunoro. Tutti casi di grande eco sulla stampa e la cui soluzione si è trascinata per anni, spesso senza trovare un colpevole. Lo staff di Brunoro ci mette almeno 6 mesi per realizzare un nuovo titolo. Ciascuno basato su ricerche condotte con metodi di inchiesta scientifica. Spesso anche con risultati inediti, la scoperta di prove falsificate e altro ancora. Un filone a metà tra il racconto e la ricostruzione di documenti originali, sulla falsariga dei programmi di ricostruzione dei gialli come quelli condotti da Corrado Augias.

Skype, e-mail, server ftp: l’audiolibro si produce online e si compra in rete su iTunes Store. Il ponte con gli Usa è Jacopo Pezzan, giovane e intraprendente manager italiano che lavora a Los Angeles. Ma LA CASE sta già meditando di aprire presto una filiale a Milano.

Trovate l’articolo originale anche nella sezione dedicata a Repubblica Affari e Finanza su Repubblica.it