Archivi categoria: Audiolibri

Novità Audiobook: Josef Mengele, l’agelo della Morte di Auschwitz

Per la prima volta un audiolibro racconta la storia di Josef Mengele, il sadico medico nazista responsabile di atrocità inaudite che, dopo la guerra, non venne mani arrestato.

mengele-audiolibroPer la prima volta un audiolibro racconta l’incredibile storia di Josef Mengele, l’angelo della morte di Auschwitz.

La figura di Josef Mengele è una delle più inquietanti tra quelle dei protagonisti della follia nazista: il suo nome infatti è tristemente celebre per suo il ruolo all’interno del campo di sterminio di Auschwitz, in cui Mengele lavorò per 21 mesi come medico.

“In tutte le società il termine medico e i suoi sinonimi sono associati a concetti positivi” sottolinea Samuelson“Il medico è una persona che ti aiuta, ti guarisce, ti fa superare un momento difficile, ti è vicino nel dolore della morte ma anche nella gioia suprema della nascita. Ecco perché si resta sempre particolarmente indignati quando si scopre che un medico si è comportato in maniera disonesta. In questo caso però parlare di disonestà è un patetico eufemismo: la storia del Dottor Josef Mengele rappresenta probabilmente uno degli incubi più osceni partoriti dalla mente umana. Credo che nessun romanziere, per quanto abile e geniale, avrebbe mai potuto concepire per un suo romanzo una simile intreccio di orrori, lucida follia, depistaggi, connivenze, disumanità e morte”.

Continua a leggere Novità Audiobook: Josef Mengele, l’agelo della Morte di Auschwitz

Advertisements

FANTASTICA: la prima collana di audiolibri italiani dedicata alla narrativa di genere

Nuova collana di audiolibri distribuiti in esclusiva su iTunes Store e su Amazon.com per LA CASE Books, editore digitale statunitense che nell’ultimo periodo è sempre più protagonista anche nel mercato digitale di lingua italiana.


FANTASTICA: la prima collana di audiolibri italiani dedicata alla narrativa di genere“Fantastica”
propone brani di narrativa di genere a chiunque voglia avvicinarsi al mondo del fantastico e della fantascienza attraverso l’esperienza dell’ascolto. […]

La collana “Fantastica” raccoglie le voci di quegli autori che, condividendo la passione per l’immaginazione e il “cosa succederebbe se” tipico della fantascienza, hanno scritto racconti che esulano dalla morsa della quotidianità più stringente, che intendono evadere dai limiti della realtà e superarli in virtù della loro capacità di saper trasportare l’ascoltatore in un “altrove” inesistente anche se verosimile, tanto irreale quanto possibile.

Continua a leggere FANTASTICA: la prima collana di audiolibri italiani dedicata alla narrativa di genere

A Sanremo per l’Ebook Fest!

A questo infinito mese di ottobre (iniziato a settembre e finirà a novembre) fatto di festival si aggiunge un altro appuntamento: sabato 27 ottobre infatti sarò a Sanremo per l’Ebook Festival.

Insieme a Valentina D’Elia (Area51 Publishing) e a Cristiana Giacometti (Il Narratore) parteciperò all’incontro “LE MILLE E UNA FORMA DEL DIGITALE: L’AUDIOLIBRO – Audiolibro e non solo: esperienze diverse e forme ibride dell’ascolto digitale”.

Dopo la pausa dell’anno scorso torna quest’anno l’Ebook Fest. Dal 25 al 27 ottobre al Palafiori di Genova andrà in scena una tre giorni che  nasce come logica e naturale evoluzione di tre precedenti esperienze di successo: il bookCamp di Rimini (2008) e lo SchoolBookCamp di Fosdinovo (2009) e infine Ebookfest 2010.

All’origine, la necessità – sempre più sentita nel mondo dell’editoria come in quello della formazione – di supportare culturalmente i processi di cambiamento scaturiti dal ritmo serrato dell’innovazione tecnologica.

Per saperne di più tutti gli eventi che si terranno a Sanremo il prossimo fine settimana ecco il sito ufficiale dell’Ebook Fest.

 

Ebook e Audiolibri: mercati digitali a confronto

Se gli ebook sono il fenomeno editoriale del momento a volte ci si dimentica che, grazie allo sviluppo della tecnologia e degli store digitali, anche il mercato degli audiolibri negli ultimi anni è cresciuto a ritmi vertiginosi.

In questo post proverò comparare un po’ di dati per cercare di capire quale potrebbe essere il futuro di questi mercati. Per farlo credo sia indispensabile dare un’occhiata a cosa sta succedendo Stati Uniti, ovvero il Paese in cui questi mercati sono ormai pienamente consolidati e anche perché quello che succede nel mercato anglosassone dopo qualche anno puntualmente si ripete in forme più o meno simili anche noi.

Leggi il post direttamente nel blog Editoria Digitale.

Sherlock Holmes tra libri, film, ebook e audiolibri

Domani esce al cinema in tutto il mondo “Sherlock Holmes: Gioco di ombre”, il nuovo capitolo della saga del più famoso investigatore privato di tutti i tempi girata da Guy Ritchie.

La coppia formata da Robert Downey Junior (Sherlock Holmes) e Jude Law (Dr. Watson) torna dunque in pista e questa volta dovrà vedersela contro il perfido Dr. Moriarty, il suo nemico giurato. Il film è ispirato in buona parte al racconto “L’ultima avventura di Sherlock Holmes” ed è ambientato circa un anno dopo rispetto al primo riuscitissimo episodio firmato da Guy Ritchie.

Inevitabilmente il film sul celebre detective inglese rilancerà alla grande le iniziative editoriali legate a quello che nel tempo è diventato un brand fortissimo, come era già successo nel 2009. Si va dalla riedizione cartacea delle storie scritte da Arthur Conan Doyle, alle pubblicazioni in ebook (vi consiglio “Tutto Sherlock Holmes” della Newton Compton a 4.99), fino alla realizzazione di nuove serie tv dedicate alla figura del giovane Sherlock Holmes (qualcuno si ricorda lo strepitoso “Piramide di paura?”)

E proprio oggi debutta su iTunes Store “Sherlock Holmes e il poliziotto morente”, nuovo audiolibro pubblicato da LA CASE Production che inaugura la collana SCOTLAND YARD dedicata all’investigatore di Baker Street.

I trentenni del libro fra ebooks e fumetti

Trentenni ambiziosi e appassionati, armati di ottime idee e di una buona dose di coraggio. Giovani editori veneti crescono.  […] Ecco, dunque, qualche esempio vincente: una selezione di nomi, volti e progetti nuovi, una prima mappa (in evoluzione) delle giovani eccellenze, dei talenti editoriali della nostra regione […].

Parliamo quindi di e-book e audiolibri, campo d’indagine esclusivo di La Case, creatura di Giacomo Brunoro e Jacopo Pezzan, con sede a Padova e Los Angeles, che ha scelto la strada del digitale, raccogliendo ottimi risultati dopo un solo anno di attività. Nata nel dicembre 2010, nel primo semestre del 2011 La Case ha pubblicato 30 titoli: due in particolare, Amanda Knox & The Perugia Murder e The True Stories of the Monster of Florence, sono stati venduti in Usa, Australia, Irlanda e Inghilterra, diventando piccoli casi editoriali internazionali.

«Fino a poco tempo fa – racconta Giacomo Brunoro – sarebbe stato impensabile per due autori italiani andare a vendere nel mercato di lingua anglosassone, ora invece questo non solo è possibile, ma è anche una realtà concreta».

Potete leggere tutta l’articolo di Francesca Boccaletto sul sito del Corriere del Veneto

Il delitto di via Poma in digitale: ebook e audiolibro

Martedì serà in prima serata su Canale5 andrà in onda una fiction sul delitto di via Poma, senza ombra di dubbio uno delle vicende più complicate della recente storia giudiziaria italiana.

Inevitabile che la fiction abbia scatenato molte polemiche dato che, proprio in questi giorni si è aperto il processo di appello contro Raniero Busco, condannato in primo grado per l’omicidio di Simonetta Cesaroni avvenuto in via Poma il 7 agosto 1990.

Si ripete quanto successo con il delitto di Meredith Kercher quando è stata trasmessa negli Stati Uniti una fiction sul caso mentre quando il caso era ancora apertissimo (e infatti è notizia di questi giorni che verrà girato un nuovo finale, vista che Amanda Knox e Raffale Sollecito sono stati assolti in appello).

Si tratti di due casi molto diversi tra loro per dinamica, indagini, sviluppi giudiziari e il tipo di protagonisti coinvolti, anche se i punti in comune sono tanti: due giovani ragazze brutalmente assassinate, l’apparente mancanza di un movente, i molti errori investigativi compiuti nel corso delle indagini. Non c’è dubbio che quello di via Poma sia un caso molto più complesso e, dopo più di vent’anni, molto difficilmente si riuscirà a scoprire come siano andate veramente le cose in quel maledetto pomeriggio di tanti anni fa.

Per chi fosse interessato ad approfondire segnalo alcuni mie lavori scritti insieme a Jacopo Pezzan e pubblicati da LA CASE Production quest’anno disponibili in ebook e in audiolibro sui due casi:

Le barbabietole pulp del Nordest

Un estratto dell’articolo di Lorenzo Mazzoni pubblicato questa settimana nel suo blog sul sito de Il Fatto Quotidiano:

“[…] Fra le tematiche più importanti affrontate da Sugarpulp risalta, e al contempo fa da collante, il legame con il territorio, non importa quale, che sia il profondo Veneto o il Texas, la periferia padovana o il mar Mediterraneo, quello che interessa proporre come merce di scambio con i lettori è la conoscenza della propria terra, il raccontare storie senza troppi fronzoli, con ironia e intelligenza, diffondere una narrativa popolare aperta a tutti, per tutti. Fare discutere, fare cultura.

[…] basta leggere l’opera prima di Matteo Righetto, Savana Padana (Zona Editrice, 2009), salutata dalle pagine de Il Sole 24ore come la nascita del nostro Quentin Tarantino che alla cinepresa preferisce la penna, o il successivo Bacchiglione Blues (Perdisa Pop, 2011), entrambi spietati affreschi della rude quotidianità rurale veneta, un’antropologia pulp dei barfly di paese, delle usanze zingare, slave e locali. […]

Anche nel sorprendente La ballata di Mila, di Matteo Strukul (e/o Edizioni, 2011) attualmente in lizza fra i quindici finalisti del prestigioso Premio Giorgio Scerbanenco-Courmayeur Noir in Festival, fra gang affiliate alle triadi cinesi, cosche di endemica tradizione locale, la periferia padovana e l’aria non troppo pulita della bassa, quella che emerge è una conoscenza capillare del territorio […].

[…] E ancora, se si ha voglia di addentrarsi in una buona indagine, rimanendo nel mondo Sugarpulp, si può leggere Giacomo Brunoro, presidente dell’associazione culturale, autore insieme a Jacopo Pezzan di una fortunata serie di audiolibri e di ebook che ripercorrono i grandi casi della cronaca nera italiana, dal mistero di Unambomber alla vicenda del Mostro di Firenze, con un’attenzione particolare al rapporto tra delitti e territorio scavando a fondo nel lato oscuro della provincia.

Il recente Sugarpulp Festival, svoltosi al Centro Civico d’arte e cultura Altinate/San Gaetano di Padova, ha visto tra i protagonisti Jeffery Deaver, Joe R. Lansdale, Massimo Carlotto, Victor Gischler, Jan Wallentin, Tim Willocks e ha ottenuto uno sbalorditivo riscontro di pubblico giovane e agguerrito. Lo stesso Lansdale ha dichiarato che si è trattato del miglior festival letterario a cui abbia partecipato, opinione assolutamente condivisibile, soprattutto per la mancanza di snobismo, di pallidi incontri letterari a cui siamo purtroppo abituati, e di quella mediocre nicchia di letterati ormai indelebilmente rodati a parlarsi addosso per la mancanza di spettatori.

Leggi tutto l’articolo di Lorenzo Mazzoni nel sito de Il Fatto Quotidiano

Da Padova i best seller online

“Da Padova i best seller online”, articolo di Giambattista Marchetto su LA CASE con intervista a Giacomo Brunoro e a Jacopo Pezzan pubblicato su Il Sole 24 Ore Nord Est di mercoledì 22 giugno 2011.

Unabomber: Terrore a Nord Est, di Jacopo Pezzan e Giacomo Brunoro

L’audiolibro “Unabomber – Terrore a Nordest”, di Jacopo Pezzan e Giacomo Brunoro, è una dettagliata e documentata inchiesta sul criminale noto come Unabomber, che ha seminato il terrore nel Nordest, tra Friuli e Veneto, per più di dieci anni, dalla metà dei ’90 alla fine del 2009.

Unabomber è stato spesso assimilato ai “serial killer”, anche se questa definizione non è del tutto esatta: la categoria a cui appartiene questo genere di criminale ha alcuni punti di contatto con i veri e propri serial killer, ma anche importanti differenze. Manca del tutto, in casi di questo genere, il contatto diretto, fisico, con le proprie vittime, che oltretutto, nel caso di Unabomber, non poteva sapere in anticipo chi fossero. Gli ordigni esplosivi che preparava, infatti, potevano finire tra le mani di chiunque, senza alcuna possibilità di conoscere in anticipo la tipologia di vittima.

Leggi tutta la recensione di Pierluigi Porazzi su Sugarpulp.it

Unabomber: Terrore a Nord Est

2011_04_15_UnabomberNei giorni scorsi Massimo Zilio, giornalista del Gazzettino, mi ha intervistato per parlare in anteprima di “Unabomber: Terrore a Nord Est”, il nuovo audiolibro che sarà disponibile dalla settimana prossima su iTunes Store che ho scritto come sempre insieme a Jacopo Pezzan.

Oggi sul Gazzettino è uscito il pezzo che vedete qui a lato. Ecco invece la scheda completa dell’audiolibro (che a breve sarà disponibile anche in formato ebook):

Unabomber: Terrore a Nord Est
di Jacopo Pezzan e Giacomo Brunoro

Il nuovo lavoro di Pezzan e Brunoro rappresenta la più completa ed approfondita analisi mai fatta finora su uno dei misteri italiani più inquietanti: il caso di Unabomber.  Un incubo che mischia agghiaccianti azioni criminali, clamorosi errori investigativi e, per alcuni, anche sinistri messaggi in codice.

Il folle dinamitardo soprannominato Unabomber infatti ha seminato il panico tra Veneto e Friuli Venezia Giulia per anni senza lasciare la minima traccia: mai una rivendicazione, mai un passo falso.

Oltre alla dettagliata analisi di tutti gli attentati del misterioso dinamitardo gli autori presentano in quest’opera tutte le teorie investigative che si sono susseguite nel corso degli anni, analizzando anche il perverso rapporto tra Unabomber e la stampa.

Unabomber_Terrore_A_Nord_EstInfine tre interviste esclusive con alcuni dei protagonisti di questa inquietante vicenda: una con Vittorio Borraccetti, ex Procuratore Capo della Procura di Venezia e attualmente membro del CSM, l’uomo che per anni ha dato la caccia al folle bombarono creando anche la così detta squadra anti-Unabomber; una con Ario Gervasutti, direttore de Il Giornale di Vicenza e all’epoca dei fatti inviato speciale del Gazzettino, il giornalista che più di ogni altro ha seguito le azioni di Unabomber sul territorio; infine un’intervista a Luigi Bacialli, attualmente direttore di Rete Veneta e che, quando era direttore de Il Gazzettino, coniò il termine “monabomber” lanciando un guanto di sfida a questo misterioso criminale senza volto.

CENTOMILA LIBRI DA SENTIRE

Riporto l’ottimo articolo pubblicato ieri su Repubblica sullo stato attuale delle cose per quanto riguarda la galassia audiolibri in Italia. Dario Pappalardo ha fatto il punto della situazione intervistando alcuni dei più importanti operatori italiani del settore, tra cui il sottoscritto (in teoria cliccando sull’immagine dovreste poter leggere comodomente tutto l’articolo, altrimenti ecco il link all’articolo nell’archivio di Repubblica.it).