Archivi categoria: Fumetti

10 cinecomics italiani che vorrei vedere al cinema

10 cinecomics italiani che sarebbe bellissimo vedere al cinema o in una serie tv (ma che forse non vedremo mai).

Dicesi “cinecomics” un film tratto da un fumetto. Grazie a blockbuster come Avengers, Iron Man, Batman o X-Men sono diventati il genere del momento del cinema mondiale, ma non dimentichiamo che anche film come From Hell o 300 sono a tutti gli effetti dei cinecomics. Per non parlare delle serie tipo Daredevil e compagnia cantante. Continua a leggere 10 cinecomics italiani che vorrei vedere al cinema

Annunci

Sugarcon15, ecco il programma della Sugarpulp Convention 2015

Sugarcon15, il programma completo della Sugarpulp Convention, a Padova e a Fratta Polesine (Ro) dal 23 al 27 settembre 2015

È online Sugarcon.it, il sito ufficiale della Sugarcon15, la prima convention letteraria italiana dedicata alla grande narrativa di genere, tra libri, fumetti, cinema, serie tv e arti visive.

Lo slogan dell’edizione 2015 è READ HARD, PARTY HARDER, per non dimenticare mai che fare e consumare cultura devi significare in primo luogo divertisi. Continua a leggere Sugarcon15, ecco il programma della Sugarpulp Convention 2015

L’autunno 2014 è iniziato in California

Breve resoconto di un paio di settimane in California tra Los Angeles e San Francisco, tra lavoro e vacanza.

L'autunno 2014 è iniziato in CaliforniaQuest’anno l’inizio dell’autunno è coinciso con una trasferta californiana. Due settimane per fare il punto sul nuovo piano editoriale di LA CASE Books, per rivedere vecchi amici, per farsi un’idea di quello che succede per strada dall’altra parte del mondo.

Anche quest’anno, esattamente come l’anno scorso, ho tenuto un piccolo diario di questa trasferta sulla west coast, tra lavoro e vacanza, impressioni e emozioni, facce nuove e vecchi amici.

Ecco tutti i post californiani pubblicati su Sugarpulp Magazine:

Hulk di Peter David Vol. 1 – Circolo Vizioso, di Peter David e Todd McFarlane – Citazioni

Hulk di Peter David Vol. 1 – Circolo Vizioso, di Peter David (testi) e Todd McFarlane (disegni), Panin Comics, 20 euro – Citazioni

Hulk di Peter David Vol. 1 - Circolo Vizioso, di Peter David e Todd McFarlane - Citazioni
Peter David:

Questa serie non la voleva nessuno. Ecco la risposta più semplice e sincera a chi mi domanda: “Come ha avuto inizio tutto quanto? Quale impeto di lungimiranza ha spinto l’editor di allora Bob Harras a chiederti di scrivere The Incredible Hulk?”. Non c’è stata alcuna lungimiranza, né alcuna intuizione. L’istinto di Bob non gli aveva suggerito che affidandomi il mostro per eccellenza di Casa Marvel avrebbe condotto ad alcunché di anche solo lontanamente memorabile. Il fatto era che, dopo la partenza improvvisa dello sceneggiatore Al Milgrom, nessun altro aveva espresso a Bob il desiderio di prendere il suo posto. Uno scrittore/editor era disposto, di malavoglia, a farlo, ma solo come favore a Bob; il punto, quindi, era che non c’era un particolare interesse a prenderne in mano le redini. Io, d’altra parte, in redazione ero visto come una specie di paria quando Bob me lo propose per la prima volta. 

Continua a leggere Hulk di Peter David Vol. 1 – Circolo Vizioso, di Peter David e Todd McFarlane – Citazioni

Sugarpulp a Teatro! Una serata rock dedicata ai fumetti

Sugarpulp a Teatro! Il video racconto di una serata rock dedicata ai fumetti al Teatro Filarmonico di Piove di Sacco (PD)

Continua a leggere Sugarpulp a Teatro! Una serata rock dedicata ai fumetti

Marvel Comics. Una storia di eroi e supereroi, citazioni

Marvel Comics. Una storia di eroi e supereroi, citazioni

Titolo: Marvel Comics. Una storia di eroi e supereroi
Autore: Sean Howe
Editore: Panini Comics
PP: 533
Prezzo: euro 29.90 cartaceo, euro 6.99 ebook

Marvel Comics. Una storia di eroi e supereroi, citazioni

Stan Lee:

Se saltano una scadenza gli mandi un avvertimento, se lo rifanno li licenzi. Se l’albo non vende, lo sistemi o lo chiudi e licenzi chi ci lavora. Se vende, chiudi il becco e non interferisci. Non puoi stare a controllare personalmente ogni singolo dettaglio. Non c’è tempo. Ci sono troppe cose da fare

Marvel Comics. Una storia di eroi e supereroi, citazioni

Todd McFarlane:

Se io realizzo un albo con ventidue tavole bianche, e i ragazzini ne comprano un milione di copie, chi se ne frega di come sono stati fatti i fumetti negli ultimi cinquant’anni? Non mi interessa se un tempo c’erano parole e disegni: se ne diamo via un milione di copie, vuol dire che i ragazzini sono contenti, io sono contento e tu vendi un sacco di fumetti.

Marvel Comics. Una storia di eroi e supereroi, citazioni

Chris Claremont:

Raramente troverai esempi mirabili di bellezza estetica tra i fans dei fumetti o della fantascienza. Il fatto è che, se sei a posto mentalmente o fisicamente, non hai bisogno di rifugiarti nella fantasia, perché la realtà è già bella abbastanza. Sono le persone che ne hanno bisogno assecondano la propria fantasia, e queste solitamente hanno un qualche tipo di carenza da compensare. Spesso sono un po’ troppo intelligenti, oppure non sono esattamente Raquel Welch o Dolly Parton o il clone di una qualche bellezza televisiva.

Marvel Comics. Una storia di eroi e supereroi, citazioni

Frank Miller:

Seduto nella vasca da bagno, senza un soldo e a 5.000 km di distanza da New York, ebbe un’idea. “Pensai: e se tutto questo fosse successo a Matt Murdock? Se avesse perduto tutto?” Poco tempo dopo, Ralph Macchio lo chiamò e gli disse che Denny O’Neil, a causa dei continui disaccordi con Shooter, aveva lasciato Daredevil. Miller gli sottopose la sua idea, e la questione fu subito risolta: sarebbe tornato a scrivere Daredevil.

Marvel Comics. Una storia di eroi e supereroi, citazioni

Steve Englehart:

Mi sono stancato di scrivere storie e di non riuscire a pubblicarle. Una cosa su cui da sempre si può contare quando si parla delle due major è che pubblicano le cose che fai.

Marvel Comics. Una storia di eroi e supereroi, citazioni

Grant Morrison (parlando dei suoi X-Men):

Questa è una serie pop, essenziale come il nuovo disco di Eminem o l’ultimo film di Keanu (Reeves). Possiamo ricongiungerci con la cultura, e l’unico modo di farlo è lasciarci alle spalle l’idea di chi debbano essere i nostri lettori. Se vogliamo riuscirci, dobbiamo offrire qualcosa che i film e i videogame non possono fare. E quello che il pubblico di massa vuole da noi (e lo ho chiesto a molti) è pura immaginazione, personaggi già pronti, scene eccessive, rabbia, angoscia e drammi emotivi. Bella gente con poteri incredibili che fa cose sorprendenti e divertenti!

Marvel Comics. Una storia di eroi e supereroi, citazioni

Tom Brevoort (a proposito degli anni ’90):

Era come la cultura della cocaina senza l’uso della droga. Tutti quanti ricevevano sempre più copie a causa di questa esplosione delle vendite. Lanciavi una testata, e i supervisori si lamentavano che aveva venduto solo mezzo milione di copie. Cinque anni dopo, di fronte a un risultato del genere avrebbero fatto i salti di gioia.

Marvel Comics. Una storia di eroi e supereroi, citazioni

Giudice distrettuale Colleen McMahon, 2001:

Il punto centrale del caso è se il lavoro di Kirby sia da ritenersi o meno work-for-hire con cessione dei diritti d’autore come stabilito dal Copyright Act del 1909 e dall’interpretazione datane dai tribunali, in special modo la Corte d’Appello degli Stati Uniti per il Secondo Circuito. Se lo è, allora la Marvel possiede il copyright dei lavori di Kirby, che questo sia “giusto” o meno. Se non lo è, allora gli eredi di Kirby hanno il diritto legale di ritornare in possesso di detti copyright, a prescindere dall’impatto che questo possa avere sulla recente acquisizione aziendale o sui guadagni provenienti dai film realizzati e di futura realizzazione.

Leggi la recensione di Marvel Comics. Storie di eroi e supereroi su Sugarpulp.it

Ecco perché Lucca Comics & Games è l’evento Culturale più importante d’Italia

Su Sugardaily, il blog di Sugarpulp, ho cercato di spiegare perché secondo me Lucca Comics & Games è diventato negli anni l’evento culturale più importante d’Italia:

[…] Ma al di là dell’aspetto economico, che resta fondamentale, stiamo parlando dell’unico festival italiano veramente internazionale che riesce ad esprimere in maniera perfetta e a livelli altissimi la complessa multimedialità contemporanea: fumetti, libri, giochi di ruolo, mostre, videogames, serie tv, film, concerti, fan fiction, enogastronomia, party. Un evento transgenerazionale che unisce fasce d’età diversissime.

Perché Cultura non è sinonimo di Libro, Musica Lirica o Arte, Cultura è anche il giocare, Cultura è riflessione consapevole sul mondo, Cultura è una visione che unisce passato, presente e futuro, Cultura è evoluzione, Cultura è divertimento, Cultura è anche un disegnatore che passa le sue giornate ad incontrare i suoi lettori e a disegnare per loro, Cultura è un bagaglio di esperienze, di saperi e di conoscenze che vengono condivise, è un flusso continuo e vivo di energie, di persone, di vitalità […]

Leggi tutto il post su Sugardaily, il blog di Sugarpulp

Tre ombre, un fumetto semplicemente gigantesco

Tre ombre, un fumetto semplicemente gigantesco

Su Sugarpulp.it parlo di Tre ombre, il fumetto capolavoro di Cyril Pedrosa:

Dentro a questo meraviglioso e semplicissimo fumetto c’è tutta la vita che è possibile vivere. Leggendolo si viene investiti da una serie di sensazioni indescrivibili, perché a volte è meraviglioso anche avere paura del futuro, così come è bellissimo sentirsi maledettamente inadeguati: perché queste sensazioni ci fanno capire che siamo vivi e che dobbiamo lottare ogni singolo minuto per godere a pieno di quello che abbiamo, per condividere il futuro trasformando i nostri sogni e i nostri progetti in attimi di felicità […]

Un padre e un figlio sono in fuga da tre ombre misteriose, ma la loro fuga si trasforma presto in un viaggio di speranza, in un’avventura misteriosa e fantastica che è metafora dell’esistenza di ognuno di noi. Queste pagine ci raccontano una meravigliosa avventura vissuta mano nella mano con nostro padre, o con nostro figlio, o con tutti e due.

E non importa come andrà a finire, questo viaggio ci ha dato tutto, ci ha fatto piangere di gioia e di paura, ci ha fatto ridere, ci ha insegnato tutto quello che c’era da imparare. Per dirla in poche parole, questo viaggio ci ha fatto diventare uomini. E non certo nel senso “virile” del termine, qui si sta parlando di humanitas, dell’essenza più profonda dell’essere umano.

Potete leggere tutto il post su Sugarpulp.it

Sugarpulp Festival 2013: dai libri ai videogiochi, ecco la cultura che diverte!

Sugarpulp Festival: Dal 2 al 6 ottobre al Centro Culturale San Gaetano di Padova appuntamento con autori, disegnatori e artisti internazionali

Torna anche quest’anno a Padova l’appuntamento con lo Sugarpulp Festival, l’evento organizzato dall’Associazione Culturale Sugarpulp con il Patrocinio del Comune di Padova e dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova. Dopo due edizioni all’insegna del grande noir internazionale il tema centrale di questa terza edizione sarà la Narrativa di Genere, per un viaggio alla sua (ri)scoperta e delle Culture Pop.

Fare cultura divertendosi da sempre è la mission di Sugarpulp, per questo la terza edizione del festival nasce all’insegna del divertimento e di un approccio assolutamente positivo e informale alla lettura e alla letteratura.

Cartolina-evento-OrfaniSugarpulp Festival 2013: dai libri ai videogiochi, ecco la cultura che diverte! Sugarpulp Festival 2013: dai libri ai videogiochi, ecco la cultura che diverte!

Libri, fumetti, arti figurative, cinema e videogames: tante le novità dello Sugarpulp Festival che, come ogni anno, porterà a Padova autori di livello internazionale. Per la prima volta il Festival ospiterà inoltre una serie di anteprime nazionali, un inedito contest videoludico realizzato da Virtual Football Locazione, un concorso letterario organizzato da Panda Edizioni e una rassegna cinematografica in collaborazione con Promovies..

Altra novità da segnalare sono il coinvolgimento del mondo associativo, con l’Associazione Jeos, la prima e più importante associazione italiana legata al mondo della street art; l’associazione Yavin IV, il fan club italiano ufficiale di STAR WARS (che, proprio in occasione dello Sugarpulp Festival 2013 ha indetto lo YAVIN IV DAY II); Empira, altra associazione che si muove nel mondo di STAR WARS e che si propone di essere il punto di incontro tra letteratura, videogiochi, film e costuming; ParkourWave, giovane associazione sportiva di Parkour  e Mouge associazione legata al mondo dei musical.

Sugarpulp Festival 2013: dai libri ai videogiochi, ecco la cultura che diverte!Sugarpulp Festival 2013: dai libri ai videogiochi, ecco la cultura che diverte!Tutti gli ospitidella sezione BOOKS:

Tullio Avoledo, Nicolai Lilin, Massimo Carlotto, Tim Willocks, Elisabetta Bucciarelli, Irene Cao, Gianni Biondillo, Marcello Simoni, Simone Sarasso, Marilù Oliva, Giuliano Pasini, Francesca Bertuzzi, Matteo Righetto, Matteo Strukul, Gaia Conventi,Pierluigi Porazzi, Simone Marzini, Carlo Callegari, Stefano Piedimonte, Nicola Skert, Tina Cacciaglia e Cristina Lattaro.

Tutti gli ospiti della sezione COMICS
Roberto Recchioni, Giuliano Piccininno, Silvia Ziche, Stefano Tamiazzo, Angelo Bussacchini, Officina Infernale, Alessandro Lise e Alessandro Gottardo.

Tutti gli ospiti della sezione SPECIAL GUEST:
Roberta Bruzzone, Luca Crovi, Vittorio Bustaffa, Marco Piva Dittrich, Giorgio Finamore, Dusty Eye, il Prof. Alchemist e Il Duca di Baionette (Marco Carrara).

L’ingresso a tutti gli appuntamenti è gratuito tranne che per le proiezioni dei film serali e le cene che saranno a pagamento e per cui è caldamente consigliata la prenotazione attraverso il sitodel festival.

Scarica il programma completo del festival in formato PDF:

Sulla morte delle superstar del fumetto

Sulla morte delle superstar del fumettoDa qualche anno a questa parte (per comodità facciamo circa nell’ultimo triennio) è in atto nel mercato americano un fenomeno silenzioso che continua a mietere vittime. Un genocidio perpetrato in silenzio, e che ha cambiato radicalmente il volto del fumetto di massa USA. La morte delle superstar fumettistiche.

Nel nostro fumetto seriale, la figura della “star” ha un significato relativo. In un mercato polarizzato dalle icone fumettistiche, il nome dell’autore, per usare un eufemismo, non è fondamentale: per esempio, nei fumetti Bonelli, Disney e Astorina, capisaldi storici del fumetto da edicola in Italia, gli autori non sono mai indicati in copertina.

Continua a leggere Sulla morte delle superstar del fumetto

«La vita è una chiavica», ovvero il Graphic Novel come categoria merceologica, più una discussione con Massimo Giacon.

«La vita è una chiavica», ovvero il Graphic Novel come categoria merceologica, più una discussione con Massimo Giacon.Quando ero piccolo compravo i fumetti dall’edicola di un piccolo paesino di provincia. La fornitura era incostante, la selezione squinternata e l’esposizione al di poco imbarazzante. Soprattutto, non c’era soluzione di continuità tra i Disney, i nuovi fumetti dell’allora Marvel Italia e i giornaletti porno sia a fumetti che hard-core, esposti in bella vista tra un Paperino e un Uomo Ragno edizione natalizia.

Non dimenticherò una delle scene topiche, in cui sceglievo tra i nuovi spillati arrivati e clamorosamente non poteva non cadermi l’occhio su una copertina oleografica di un supereroe chiamato il Punitore, ma che non aveva nulla a che fare con Frank Castle e non puniva criminali e narcotrafficanti, ma avvenenti signorine deflorandole con il suo mitra (non è una metafora). In questo bell’ambiente – ottimo per rinfocolare qualsiasi bieca perversione in un bambino/adolescente – c’era quasi sempre un tipo parcheggiato dall’aspetto laido, che di tanto in tanto, mentre sfogliava l’ultima rivista porno arrivata, sbuffava dicendo: «La Vita è una chiavica». […]

Continua a leggere «La vita è una chiavica», ovvero il Graphic Novel come categoria merceologica, più una discussione con Massimo Giacon.

Thor, il capolavoro di Walter Simonson

Thor, il capolavoro di Walter Simonson[…] Poi a un certo punto arriva Walter Simonson e uno non ci capisce più niente: orde di demoni cyberpunk che arrivano dallo spazio profondo (100 a 1 che i mostroids che avete visto nel mitico finale di Avengers sono figli delle tavole di Simonson), Odino che sembra abbandonare il suo figlio preferito, un orrendo e fighissimo guerriero con la faccia da cavallo che riesce ad impugnare il Mjonlnir, Thor preso letteralmente a calci in culo, tutto il phanteon nordico rivoltato come un calzino, Loki che ne combina di cotte e di crude, un nuovo cazzutissimo martello forgiato dai nani e miracolato da Odino in persona, Valchirie sensualissime, streghe ammaliatrici, giganti osceni e mostri innominabili riemersi dalla notte dei tempi.

E poi, quasi dimenticavo, Odino muore.

Continua a leggere Thor, il capolavoro di Walter Simonson