Archivi categoria: Cinema

Pacific Rim: un cinema non mi era mai sembrato così piccolo

Pacific Rim: “un cinema non mi era mai sembrato così piccolo”

Pacific Rim: un cinema non mi era mai sembrato così piccoloPacific Rim mi ha lasciato addosso una sensazione molto strana: “un cinema non mi era mai sembrato così piccolo” (cit.). Bisognerà che inizino seriamente a pensare a schermi più cazzuti perché vedere certa roba in un cinema “normale” è sicuramente frustrante.

Un film con un impatto visivo del genere dovrebbe essere visto in qualcosa di grande almeno il doppio. Non so quanto di preciso, ma qualsiasi dimensione state pensando raddoppiatela.

Non sono un fanatico esagerato di robottoni né di mostri giganti alla Godzilla, anche se devo ammettere che hanno rappresentato un qualcosa di importante nella mia infanzia/adolescenza. Quando vado a vedere una produzione del genere poi le mie aspettative sono sempre molto basse e quindi il mio livello di tolleranza è automaticamente molto alto.

Forse proprio per questo mi sono goduto il film alla grande, senza farmi troppe paranoie tentando di riconoscere questa o quella citazione, senza le sminchie di chi voleva a tutti i costi vedere plagi dei suoi idoli di sempre o, peggio ancora, senza le pretese da criticone di chi ha  detto o scritto che la trama non era originale ma addirittura scopiazzata a destra e a manca (mecojoni…), o che non c’era spessore nei personaggi (e ‘sti cazzi…)

Continua a leggere Pacific Rim: un cinema non mi era mai sembrato così piccolo

Annunci

LA FANTABIOLOGIA: DAI MONDI PERDUTI A PROMETHEUS

“Rapporto finale della nave Prometheus: la nave è distrutta, tutto l’equipaggio è morto. Se ricevete questo messaggio, non tentate di raggiungere il luogo da cui proviene. Qui c’è solo morte adesso. E io sto per lasciare questo pianeta. È il primo giorno dell’anno, l’anno del Signore 2094. Io mi chiamo Elizabeth Shaw, sono l’unico superstite del Prometheus e sto ancora cercando”. Prometheus, regia di RIDLEY SCOTT.

LA FANTABIOLOGIA: DAI MONDI PERDUTI A PROMETHEUS Fantasy Planet vuole invitarvi a fare un viaggio tra le tenebre del cosmo e gli abissi senza fondo del nostro pianeta: alla ricerca di “mondi perduti” e di civiltà antichissime, affrontando mostruose creature e insondabili misteri. In un approfondimento in tre parti, per chi avrà la pazienza di seguirci, partiremo dai classici della “letteratura popolare” dell’Ottocento e del Novecento per arrivare alle iper-moderne produzioni hollywoodiane.

Lo spunto per questo studio nasce dalla mia visione, ritardata il più possibile per potermelo vedere a “mente fredda”, dell’atteso kolossal Prometheus. Il che mi ha spinto a pensare che fosse il caso di scrivere qualche paginetta sullo status di un certo filone del fantastico, un tipo di storia che qui ho voluto chiamare fantabiologia.

Continua a leggere LA FANTABIOLOGIA: DAI MONDI PERDUTI A PROMETHEUS

Skyfall, un film di Sam Mendes (un gran film)

Credo non ci potesse essere film migliore per celebrare i 50 anni cinematografici di 007: Skyfall è, molto semplicemente, il film di James Bond perfetto.

Mi sento di fare un unico appunto alla produzione: va bene che ormai bisogna stare attenti al politically correct, va bene il salutismo, va bene tutto, ma una cicchetta a James gliela potevate far fumare… Particolare tutto sommato di secondo piano perché almeno, rispetto agli ultimi film puritani, 007 questa volta torna a trombare in giro rinverdendo i vecchi fasti maschilisti (anche se comunque siamo sempre a livelli minimi rispetto ai tempi d’oro di Connery/Moore).

Inutile parlare della storia, quella più o meno è la stessa da cinquant’anni a questa parte: il cattivo di turno (uno strepitosoJavier Bardem) combina un bel po’ di casini in giro per il mondo e alla fine 007  gli spacca il culo e rimette le cose a posto. Un classico direi. 

Leggi la recensione completa su Sugarpulp.it

I territori di 007: Dalla Russia con amore (2 di 22)

Dalla Russia con amore, il secondo capitolo della saga cinematografica di James Bond, resta a tutt’oggi uno dei film più belli di tutta la serie.

Si parte con uno dei titoli più evocativi e poetici di tutta la filmografia bondiana, quel “From Russia to Love” che in inglese è ancora più musicale ed evocativo.

Dopo l’esperimento perfettamente riuscito di “Licenza di uccidere” ora i produttori sanno di avere tra le mani una gallina d’oro e infatti il salto di qualità, per quanto riguarda gli investimenti, è evidente.

La location principale del film è Istanbul, città che nel 1963 era molto più lontana di oggi dall’Occidente, una lontananza fisica e culturale che la rendeva a tutti gli effetti una meta esotica, porta per l’Oriente e madre di tutti i vizi (e di tutte le spie).

E poi l’Orient Express, via attraverso i Balcani fino a Venezia… luoghi e territori pieni di fascino, di storia e di storie, luoghi che trasformano questo film in un vero e proprio romanzo d’avventura ottocentesco (non può mancare Londra, naturalmente).

Leggi tutto l’articolo su Sugarpulp.it

007: cinquant’anni e non sentirli (una madeleine a doppio zero)

 

Il 5 ottobre 1962 a Londra debuttava “Agente 007 – Licenza di uccidere”. Sono passati cinquant’anni e 22 film (tra pochissimo saranno 23) e siamo qui ancora a parlare dell’agente segreto meno segreto di sempre.

Il primo film della serie di Bond che ho visto al cinema è stato “Operazione pericolo”. Ho visto e rivisto tutti i film della serie, ho un debole per “Dalla Russia con amore”, “Vivi e lascia morire”“Octopussy operazione piovra”“Casino Royale”.

Continua a leggere 007: cinquant’anni e non sentirli (una madeleine a doppio zero)

“Duri e Puri”: una sceneggiatura da 700mila euro

Di seguito alcuni estratti dell’intervista a Pietro Parolin, giovane autore veneto che ha vinto un bando regionale di 700mila euro per la realizzazione di un film tratto dalla sua sceneggiatura “Duri e Puri” (Pietro sarà anche il regista del film):

“[…] Lo script nasce da una riflessione sulla crisi: nei momenti di crisi la forbice tra le classi sociali tende ad avvicinarsi, i poveri vogliono salire in altro e i ricchi fanno di tutto per mantenere le loro posizioni […].

Continua a leggere “Duri e Puri”: una sceneggiatura da 700mila euro

Satchurated

“Satchurated” è il titolo di un concerto in 3D di Joe Satriani registrato durante il “The Wormhole Tour” dai pluripremiati registi Pierre and Francois Lamoureux.

Verrà trasmesso nei migliori cinema e teatri degli Stati Uniti a marzo 2012 (forse a Milano qualche sala illuminata potrebbe ripetere l’esperimento ma ho forti dubbi…).

Si tratta del primo Film/Concerto realizzato in 3D/7.1 Dolby Sorround. Speriamo che almeno ci scappi il dvd…

Sherlock Holmes tra libri, film, ebook e audiolibri

Domani esce al cinema in tutto il mondo “Sherlock Holmes: Gioco di ombre”, il nuovo capitolo della saga del più famoso investigatore privato di tutti i tempi girata da Guy Ritchie.

La coppia formata da Robert Downey Junior (Sherlock Holmes) e Jude Law (Dr. Watson) torna dunque in pista e questa volta dovrà vedersela contro il perfido Dr. Moriarty, il suo nemico giurato. Il film è ispirato in buona parte al racconto “L’ultima avventura di Sherlock Holmes” ed è ambientato circa un anno dopo rispetto al primo riuscitissimo episodio firmato da Guy Ritchie.

Inevitabilmente il film sul celebre detective inglese rilancerà alla grande le iniziative editoriali legate a quello che nel tempo è diventato un brand fortissimo, come era già successo nel 2009. Si va dalla riedizione cartacea delle storie scritte da Arthur Conan Doyle, alle pubblicazioni in ebook (vi consiglio “Tutto Sherlock Holmes” della Newton Compton a 4.99), fino alla realizzazione di nuove serie tv dedicate alla figura del giovane Sherlock Holmes (qualcuno si ricorda lo strepitoso “Piramide di paura?”)

E proprio oggi debutta su iTunes Store “Sherlock Holmes e il poliziotto morente”, nuovo audiolibro pubblicato da LA CASE Production che inaugura la collana SCOTLAND YARD dedicata all’investigatore di Baker Street.

George Clooney sarà il protagonista del film sul Mostro di Firenze

La notizia è ufficiale: George Clooney sarà il protagonista del film sul Mostro di Firenze che dovrebbe uscire nelle sale di tutto il mondo entro la fine del 2011.

La Fox ha infatti acquistato i diritti del libro “The Monster Of Florence”, di Douglas Preston e Mario Spezi. Nel film Clooney interpreterà proprio il ruolo di Preston. Potete leggere la notizia completa su Corriere.it.

La notizia non può che farmi piacere dato che ho appena pubblicato l’audiolibro “Il Mostro di Firenze”, scritto insieme a Jacopo Pezzan. L’audiolibro per ora è in vendita sul sito di Good Mood Edizioni ma dalle prossime settimane (già dalla prossima probabilmente) sarà disponibile anche su iTunes Store.

Entro la metà di febbraio inoltre verrà pubblicata la versione inglese dell’audiolibro, confidando nei potenti mezzi del mercato globale: ma  per chi passa da queste parti dovrebbe bastare l’italiano, quindi cosa state aspettando? Correte a comprarlo, vi bastano un paio di click e il gioco è fatto!

Da trent’anni in missione per conto di Dio.

Il 16 giugno 1980 usciva nei cinema americani The Blues Brothers.

Cinema: i remake che che vedremo prossimamente

A quanto pare Hollywood è sempre più pazza dei suoi vecchi film e teleflim. Quest’anno infatti arriveranno sugli schermi i remake di Karate-Kid, A-Team, Tron, Robin Hood, Ghostbusters e Nightmare On Elm Street. Che dire, l’idea di poter vedere al cinema l’A-Team mi attizza parecchio, e penso che Tron sia un film perfetto da ripescare (quello originale con Jeff Bridges resta uno dei film più sottovalutati di tutti i tempi). Sono molto dubbioso invece per Karate-Kid e per Ghostbuster, soprattutto per quest’ultimo: impossibile ricreare l’alchimia che l’ha reso una pietra miliare per la mia generazione di debosciati. Ecco qualche dettaglio in più sui film in arrivo:

  • A-Team sarà prodotto dai fratelli Scott e Liam Neeson vestirà i panni del mitco Hannibal. Il resto del cast non mi dice granché anzi, il grosso di turno che interpreta P.E. Baracus è decisamente molto al di sotto delle aspettative. Naturalmente i membri dell’A-Team non sono più reduci dal Vietnam ma dal Medio Oriente. Ma basta un rapido confronto tra le foto per rendersi conto che questo nuovo A-Team è troppo pulito, troppo perfettino, puzza di finto lontano un kilometro…
  • Karate-Kid mi preoccupa un po’ di più: il protagonista sarà il figlio di Willie Smith (che è anche il produttore del film), il mitico maestro Miaghi sarà interpretato da Jacki Chan e il film sarà ambientato a Pechino: mah…
  • Tron sarà un vero e proprio seguito, si chiamerà Tron Legacy e ci sarà Jeff Bridges: speriamo bene.
  • Anche Ghostbusters sarà un sequel e si chiamerà Ghostbusters III: anche se il cast è rimasto praticamente lo stesso credo che ci sia ben poco da aspettarsi da un film del genere.
  • Per quanto riguarda Nightmare credo che si poco da dire: il vecchio Freddy continuare a massacrare gente a destra e a manca.

P.S.
Adoro i film ben riusciti!

Sugarpulp.it: Barbabietole Multimediali

Care cyberbarbabietole, eccoci qui pronti per un altro giro di giro di giostra con Sugarpulp. Oggi le vostre amate barbabietole assas­sine sono più multimediali che mai: il menù che abbiamo deciso di servirvi infatti comprende un anti­pasto a base di libri, un primo di cinema e un bel secondo in formato audiolibro. Vino (rigorosamente rosso) a volontà!

Leggi il resot del post con tutti gli aggiornamenti su Sugarpulp.it