Brasile 2014: la Germania è Campione del Mondo

La Germania vince per 1-0 contro l’Argentina e si laurea Campione del Mondo per la 4a volta. Vittoria strameritata per una normale generazione di fenomeni.

La Germania è per la quarta volta Campione del Mondo. 1 a 0 zero sofferto contro l’Argentina e i tedeschi scrivono la parola fine su un mondiale tutto sommato divertente. Bella anche la finale, soprattutto nel primo tempo. Era dai tempi di Mexico ’86 che non si vedeva una finalissima così divertente.

La Germania vince strameritatamente questo mondiale: per arrivare al titolo ha asfaltato squadre come Brasile, Francia e Portogallo, e in finale ha surclassato sul piano del gioco un’Argentina davvero mediocre. Messi in particolare è stato assolutamente inutile, invisibile, come in tutte le partite dagli ottavi in poi.

Brasile 2014 la Germania è Campione del Mondo

Germania, un generazione di fenomeni

Philipp Lham ha alzato una Coppa del Mondo figlia di una normale generazione di fenomeni, giocatori poco appariscenti ma concretissimi, uomini che sanno fare la differenza sempre, che sputano anima e sangue in campo, che sanno giocare a calcio. Un gruppo di campioni con un ottimo allenatore che ha costruito questo successo partendo da lontano (Low era il secondo di Klinsman già ai Mondiali del 2006).

E così si conferma la media statistica che dal  dopoguerra in poi vede i tedeschi Campioni del Mondo ogni vent’anni: 1954, 1978, 1990 e 2014, una media di una vittoria ogni 5 edizioni dei mondiali.

Brasile 2014 la Germania è Campione del Mondo

Argentina, una generazione di sopravvalutati

Higuain, Aguero, Lavezzi, Palacio, Mascherano… tanti buoni giocatori che in questi anni la stampa ha santificato come top player. Giocatori normalissimi, creati da sponsor abili, da manager avidi e da giornalisti pavidi. Sono arrivati in finale, per carità, ma stiamo parlando di gente inavvicinabile ai vari Batistuta, Redondo, Simeone o Crespo.

E poi c’è lui, Leo Messi, il giocatore più pompato dalla stampa e dagli sponsor degli ultimi 150 anni. Per carità, Messi è un gran giocatore, ma mi sembra evidente che è lui a dover ringraziare il Barcellona e non viceversa. All’interno di quel sistema di gioco è un grandissimo, al di fuori è un giocatore normale se non addirittura mediocre.

Colpa (o merito) anche delle troppe partite inutili della Champions moderna, partita che non contano niente contro squadre mediocri, per non parlare delle macro-disparità economiche dei campionati moderni con più della metà delle squadre a dir poco scadenti. Se ti abitui a vincere facile poi quando le partite sono difficili non riesci più a giocare.

Eppure a Messi hanno assegnato il Pallone d’Oro del Mondiale, uno scandalo per un giocatore che si è limitato a qualche gol contro Iran e Bosnia, non proprio due supersquadre. Come al solito la FIFA e Blatter dimostrano di non avere nessuna credibilità.  Speriamo soltanto che adesso la stampa la smetta con questo imbarazzante paragonare Messi a Maradona perché è qualcosa che non sta né in cielo né in terra.

Brasile2014 la Germania è Campione del Mondo

Prossimo appuntamento: Russia 2018.

Prima di chiudere due parole sull’arbitro? Ma sì dai. Rizzoli da 5 e mezzo: ha rischiato di perdere il controllo della partita quando gli argentini hanno iniziato a giocare un po’ troppo sporco. Non ha avuto il coraggio di tirare fuori un paio di cartellini in più e di espellere Aguero e Howedes. Niente da dire sui guardalinee.

Buonanotte, se ne riparla in Russia fra quattro anni…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...