Il punto della situazione

In questo ultimo mese tutti parlano di Berlusconi e della gestione un po’ sportiva della sua vita privata: lo si fa chiacchierando al bar, nei posti di lavoro, tra amici, per la strada, nei giornali, in tv (beh, forse in tv un po’ meno…). Una discussione globale che ha diviso gli italiani in due grosse fazioni: il partito di chi dice “in fondo sono cazzi suoi”, e il partito degli indignati a vario titolo. In mezzo metteteci tutte le sfumature di questo mondo, com’è normale in situazioni di questo tipo.

Ognugno ha la sua opinione, ognugno dice la sua. Per quanto mi riguarda sottoscrivo in pieno quanto scritto da Gilioli in Piovono Rane: «A proposito, io la penso come sempre: in ciò che avviene tra maggiorenni e consenzienti non c’è niente che sia moralmente disdicevole. Ma quello che un leader politico fa nella sua sfera privata ha valenza politica se contraddice le sue dichiarazioni pubbliche, e le leggi che produce. Per capirci, se uno vuole punire la prostituzione e poi frequenta donne a pagamento. Se uno fa battute cretine sui gay e poi si diverte con due lesbiche. Se uno procura carriere politiche a chi gli fornisce ragazze per la loro “utilizzazione finale”. Se uno accusa gli avversari di produrre spazzatura e poi nella medesima si crogiola».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...