Avversario segreto: la prefazione di Lia Volpati

1922. Agatha Christie ha trentadue anni. È felicemente sposata con Archibald Christie (che ancora non l’ha tradita, per lo meno ufficialmente e quindi ancora non le ha fatto perdere, se pur temporaneamente, il ben dell’intelletto), ha una figlia, Rosalind, e due anni pri­ma, su istigazione e per scommessa con una maliziosa sorella, che non la credeva capace di tanto, ha scritto e pubblicato il suo primo giallo The Mysterious Affair at Styles (Poirot a Styles Court). Dell’esito del libro era moderatamente contenta.

Del libro «… erano state ven­dute», racconta nella sua autobiografia, «poco più di duemila copie, il che non era poco per un romanzo po­liziesco scritto da una perfetta sconosciuta. A me aveva fruttato la miserabile somma di venticinque sterline, proveniente non dai diritti d’autore, ma dall’acquisto inaspettato dei diritti di pubblicazione a puntate da par-te del “Weekly Times”. Secondo John Lane, la pubblica­zione del romanzo sul “Weekly Times” avrebbe notevol­mente accresciuto il mio prestigio. Poteva anche darsi, ma il fatto che la mia fatica avesse fruttato soltanto ven­ticinque sterline non mi incoraggiava a ritenere che, scrivendo, avrei raggiunto la ricchezza».

Leggi tutta la prefazione nel blog dedicato ad Agatha Christie.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...