Archivi tag: On the road

Si vola in Kenya con Sugarpulp: Nairobi arriviamo!

Dal 20 al 24 novembre si va a Nairobi per tenere un workshop sul Romanzo Storico e sugli eventi culturali con la crew di Sugarpulp. Cose da pazzi!

Domenica mattina partenza all’alba da Venezia, si vola fino ad Amsterdam e poi via dritti fino a Nairobi. Che ci vado a fare a Nairobi? Vado a tenere un workshop sul Romanzo Storico insieme a Carlo A. Martigli e Matto Ogliari.

Il workshop è organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura di Nairobi in collaborazione con Sugarpulp, Chronicae – Festival Internazionale del Romanzo Storico e l’Università di Nairobi in occasione della XVII Settimana Internazionale della Lingua Italiana.

Continua a leggere Si vola in Kenya con Sugarpulp: Nairobi arriviamo!

Annunci

Fantasmi e fughe – Un libro di storie, di Giulio Mozzi – Citazioni

Fantasmi e fughe – Un libro di storie, di Giulio Mozzi, Einaudi Tascabili Stile Libero, Citazioni

Fantasmi e fughe - Un libro di storie, di Giulio Mozzi - CitazioniIo non sono mai stato bravo a viaggiare. Andare da un posto a un altro, questo lo so fare. Prendo il treno o la corriera, o il mezzo che serve, e vado. Arrivo, prendo un autobus o la metropolitana, o vado a piedi, e vado […] Andrò da qualche parte prossimamente. Partirò sapendo dove andare, arriverò, farò ciò che mi è richiesto fare, ripartirò e tornerò a casa. alla mia casa, che è l’unico posto dove posso stare.

C’è un’ebbrezza della solitudine in mezzo alla gente, che mi attira. Mi piace stare nei grandi magazzini, nei treni, nelle piazze o nelle vie di passeggio. O nelle spiagge, dove la gente si mostra pressoché nuda. Eppure in spiaggia la gente resta del tutto estranea.

Allora ascoltavo questa musica, che è importante. La musica degli Underworld credo che appartenga al genere techno, il che non è importante, comunque è una musica a cellule ritmiche ripetute e ripetitive, tutta o quasi fatta con le macchine; anche le voci, quando ci sono (raramente) sono passate per le macchine. Il bello di questa musica è che non è affatto ripetitiva perché, se si ascolta bene (convengo ceh quasi nessuno ascolta bene la techno) ci si accorge che quasi ogni cellula ritmica (cioè tra un bum-bum e l’altro) ci sono minime variazioni e trasformazioni. E il tutto è piuttosto bello.

Continua a leggere Fantasmi e fughe – Un libro di storie, di Giulio Mozzi – Citazioni

Big Sur, di Jack Kerouac – Citazioni

Big Sur, di Jack Kerouac, traduzione di Bruno Oddera, Mondadori, 9 euro (6,99 ebook) – Citazioni

Big Sur, di Jack Kerouac - CitazioniPreparo il sacco a pelo sulla veranda della capanna ma alle due del mattino la nebbia incomincia a stillare tutta guazza per cui devo entrare con il sacco a pelo bagnato e sistemarmi in un altro modo ma chi può non dormire come un ghiro in una capanna solitaria nei boschi, ti svegli al mattino tardi così riposato e capisci l’universo anonimamente: l’universo è un Angelo… Ma è abbastanza facile dirlo quando della tua fuga dalla città viscida sei riuscito a fare un successo… E poi soltanto nei boschi ti prende in ultimo quella nostalgia per le “città”, sogni lunghi grigi viaggi verso città in cui morbide sere si spiegano come a Parigi ma senza ma renderti conto di come tutto sarà nauseante a causa dell’innocenza primordiale della salubrità e del silenzio nella solitudine… Così dico a me stesso: “Sii savio”.

Questa è la prima volta dopo anni che faccio l’autostop e preso incomincio a constatare che le cose sono cambiate in America, non riesci più a farti dare un passaggio (ma, si capisce, soprattutto su una strada esclusivamente turistica come questa rotabile della costa senza autocarri né gente che lavora…)

Continua a leggere Big Sur, di Jack Kerouac – Citazioni