Archivi tag: natale

10 regali di Natale che non possono mancare sotto l’albero 2018

10 regali di Natale che non possono mancare sotto l’albero 2018: la lista inutile di cui tutto il mondo non sentiva il bisogno.

Il Natale è alle porte, quindi se volete evitare di vivere l’incubo di arrivare a sabato 23 dicembre con dei regali ancora da fare, ecco qui la lista inutile che fa per voi: 10 regali di Natale che non possono mancare sotto l’albero 2018.

E poi non dite che non vi voglio bene… Ah, naturalmente come sempre i commenti sono a vostra disposizione, sarebbe carino segnalare il più brutto regalo che avete ricevuto a Natale (o che avete fatto).

Continua a leggere 10 regali di Natale che non possono mancare sotto l’albero 2018

Annunci

La bugia di Natale: i tre Re Magi riletti in chiave Dark Historical Revisionism

la-bugia-di-natale-01La Bugia di Natale: i tre Re Magi riletti in chiave Dark Historycal RevisionismTitolo: La Bugia di Natale
Autore: Seth Grahame-Smith
Editore: Multiplayer.it Edizioni
PP: 330
Prezzo: 14,90 euro

[…] Un’operazione geniale e assolutamente riuscita che consacra Grahame-Smith come uno dei più fulgidi e attenti autori contemporanei. Suoi sono i già ormai mitologici, ora è il caso di dirlo, Orgoglio e Pregiudizio e Zombie e La Leggenda del Cacciatore di Vampiri: Il diario segreto del presidente, se non li avete letti fatelo perché vi divertirete come dei pazzi!

Lo scopo di Seth è proprio quello di intrattenere con una scrittura veloce, tutta concentrata sulla narrazione degli eventi, quasi senza sosta senza perdersi in futili descrizioni… e permettetemi di dire che le 330 pagine si bevono a garganella come l’acqua fresca in una calda estate. Infatti di caldo ne La Bugia di Natale ve n’è molto, soprattutto perché gran parte degli eventi hanno come location il deserto della provincia di Giudea.

Continua a leggere La bugia di Natale: i tre Re Magi riletti in chiave Dark Historical Revisionism

Letti nel 2011

aNobii mi informa che, finora, nel 2011 ho letto 43 libri/fumetti per un totale di 8.013 pagine. Più o meno la metà rispetto al 2010 (84 libri/fumetti per 14.284 pagine), e addirittura 1/3 rispetto al 2009 (129 libri/fumetti per 22.889 pagine).

In realtà i numeri sono un po’ diversi perché, per forza di cosa, su aNobii non si riesce mai a mettere dentro proprio tutto, ma va bene così (tra l’altro guardando indietro trovo un preoccupante 2005 con 163 libri/fumetti letti per 29.441: ma come facevo ad avere così tanto tempo per leggere nel 2005?).

Quelli che seguono comunque sono i 10 libri/fumetti che ho letto quest’anno e che mi sono piaciuti di più. Non si tratta necessariamente di libri pubblicati quest’anno, anzi, ma dei libri che mi sono capitati tra le mani del 2011. Un’idea per un regalo di Natale last minute (che tanto a Natale nessuno si prende per tempo a fare i regali), ma anche un semplice consiglio di lettura.

  • Che Dio ti aiuti, Bambola!, Carlo Callegari
  • Arrivederci amore, ciao, Massimo Carlotto
  • Pablito Mon Amour, Davide Golin
  • Astrakhan, Tommaso Labranca
  • Il buon marito, Alexander McCall Smith
  • Real Sex, Sergio Messina
  • Sub-Mariner: Abissi, Peter Milligan e Esad Ribic
  • Bacchiglione Blues, Matteo Righetto
  • Elektra: Assassin, Bill Sienckiewicz e Frank Miller
  • Dolci colline di sangue, Mario Spezi
  • L’assassino che è in me, Jim Thompson
  • Antropometria, Paolo Zardi

Promozione Natalizia: il 20% di sconto su tutti gli audiolibri a dicembre!

Grande promozione natalizia su tutti gli audiolibri pubblicata da Good Mood Edizioni: per tutto il mese di dicembre infatti ci sarà un eccezionale sconto del 20% su tutti i titoli in catalogo.

Un classico delle feste pt. II

Non c’è Natale senza Una poltrona per due. Punto. Questa sera su Italia1 in prima serata. E se siete di quelli che hanno visto il film un miliardo di volte ma non avete ancora capito come funziona il mercato del succo d’arancia concentrato e congelato vi consiglio di leggere la spiegazione della scena finale del film su Wikipedia.

Un classico delle feste

Come ogni anno torna un classico delle feste, gli auguri di Natale. Ci sono quelli via sms (in rapido declino grazie alla rete), quelli cartacei con biglietto postale (ormai rarissimi e super selezionati), quelli via mail e via facebook (con la variante ti taggo nella foto di auguri), quelli vis a vis con tanto di sbaciucchiamenti baci e abbracci, e poi gli auguri natalizi alla Fantozzi, gli unici che riescano a fotografare alla perfezione la società italiana (e più passa il tempo e più resta tutto attualissimo).

E allora che sia un buon Natale per tutti!

P.S.

E dopo le feste vai con la pubblicazione nel blog degli sms e delle mail più trash di auguri natalizi seriali!

La vigilia di Natale (allo zenzero)

Dai che è quasi Natale…

Black Christmas Brunch