Archivi tag: Il Padrino

Visti in aereo

Farsi 24 ore in aereo non è proprio il massimo. Per fortuna ci sono i film, direte voi. Beh, dipende dai film, rispondo io…

Visti in aereoL’idea di farsi 24 ore in aereo (12 andata e 12 ritorno) non fa felice nessuno. A meno che tu non sia in business o in first infatti 12 ore non passano mai. E poi in aereo sei scomodo a fare tutto: non riesci a leggere, non riesci a dormire, quello davanti a te sta per tutto il viaggio con il sedile reclinato al massimo, fatichi a usare l’iPad o il computer… una sofferenza.

Per fortuna nei voli intercontinentali ci sono i film o i programmi vari d’intrattenimento, così ti lasci ipnotizzare da quello che passa sullo schermo e il viaggio alla fine diventa quasi sopportabile. Tutto dipende dai film che hai a disposizione dato che la scelta è limitata ad un certo numero di titoli.

Ecco dunque una carrellata veloce (con relativi commenti) dei film che mi sono guardato nella mia ultima trasferta californiana grazie al meraviglioso servizio Lufthansa WatchEnjoy. Continua a leggere Visti in aereo

Annunci

Il Padrino, di Mario Puzo – Citazioni

Il Padrino, di Mario Puzo, traduzione di Mercedes Giardini, Corbaccio, 19 euro – Citazioni

Il Padrino, di Mario Puzo - CitazioniAmerigo Bonasera:
“Ci hanno preso in giro”. Fece una pausa e poi prese la sua decisine, senza più temere quale ne sarebbe stato il prezzo. “Per avere giustizia dobbiamo andare in ginocchio da Don Corleone”.

Narratore:
A Don Vito Corleone tutti si rivolgevano per aiuto senza mai venire delusi. Non faceva vane promesse e neppure avanzava scuse vili di aver le mani legate da forze più potenti. Non era necessario che fosse amico, e neppure avere i mezzi con cui ripagarlo. Una sola cosa era fondamentale. Che il supplicante, lui, lui stesso, proclamasse la sua amicizia. E allora, non aveva importanza quanto povero o debole fosse, Don Corleone avrebbe preso a cuore i guai di quell’uomo. Nulla avrebbe lasciato di intentato pur di risolvere il caso. La sua ricompensa? Amicizia, il rispettoso titolo di Don, e qualche volta il più affettuoso nomignolo di Padrino. Forse solamente in segno di rispetto, ma mai per interesse, un umile regalo: un bottiglione di vino genuino o un cestino di taralli pepati preparati apposta per allietare la sua tavola natalizia. Era sottinteso, era una mera questione d buone maniere, che ci si doveva proclamare suoi debitori e che egli aveva il diritto in qualsiasi momento di chiedere di estinguere il debito con qualche piccolo servizio.

Continua a leggere Il Padrino, di Mario Puzo – Citazioni