Archivi tag: brasile

Volley, Polonia Campione del Mondo. La fine dell’era Brasile?

La Polonia vince a sorpresa i Campionati del Mondo di Volley e per la seconda volta nella sua storia sale sul tetto del mondo. Per il volley mondiale è la fine di un’era

Volley, Polonia Campione del Mondo. La fine dell'era Brasile

La Polonia batte 3-1 il Brasile e ottiene a sorpresa il titolo iridato. Dico a sorpresa perché in pochi avrebbero puntato un euro sulla Polonia, sopratutto dopo il primo set iniziale di ieri. Io per primo ero sicuro che il Brasile avrebbe vinto il suo quarto titolo consecutivo.

E invece nel secondo set è scattato qualcosa: mentre i brasiliani avevano sempre più le facce da pesce lesso, dall’altra parte della rete i polacchi acquistavano palla dopo palla la consapevolezza di poter salire sul tetto del mondo. Decisivo il finale del terzo set, il quarto poi è stato una semplice formalità. Continua a leggere Volley, Polonia Campione del Mondo. La fine dell’era Brasile?

Brasile 2014: le magnifiche quattro

Argentina, Brasile, Germania e Olanda, queste le quattro semifinaliste di Brasile 2014. Per la prima volta da Mexico ’70 in semifinale due sudamericane e due europee.

Brasile 2014 le magnifiche quattro

Questa sera Brasile e Germania scendono in campo per la prima semifinale di Brasile 2014. Era dai tempi di Mexico ’70 che non ci si ritrovava con due sudamericane e due europee in semifinale, in quell’occasione c’erano Brasile, Germania, Italia e Uruguay, con con la seleçao di Pelé che poi si laureò Campione del Mondo.

Olanda e Argentina dunque prendono il posto di Italia e Uruguay. Per la prima volta dai tempi di Uruguay 1930 ci potrebbe essere una finale tutta sudamericana: nelle due precedenti occasioni in cui ci furono due sudamericane in semifinale infatti entrambe le formazioni giocarono uno scontro diretto (Brasile-Chile 4 a 2 a Chile ’62 e Brasile-Uruguay 3 a 1 a Mexico 70).

Allo stesso modo ci potrebbe anche essere un’inedita finale tutta europea, cosa che non si è mai verificata nei Campionati del Mondo giocati in Sudamerica. Lo scenario più affascinante sarebbe senza dubbio una finalissima Brasile-Argentina, finale inedita e dalle mille suggestioni.

Curiosamente le due semifinali sono le ripetizioni di due altrettanti finali mondiali: Brasile-Germania infatti è stata la finale di Giappone e Corea 2002 (2 a 0 per i brasiliani con doppietta di Ronaldo), mentre Argentina-Olanda è stata la finale di Argentina 78 (3 a 1 per i sudamericani il risultato finale). Continua a leggere Brasile 2014: le magnifiche quattro

Vincono sempre loro: Brasile campione

Alla fine ha vinto il Brasile. Tutto secondo pronostico. Ieri sera speravo che Cuba riuscisse nel miracolo ma già dopo il primo set mi sono reso conto che i ragazzotti di Orlando Samuel Blackwood, non ce l’avrebbero mai potuta fare contro i verdeoro.

E dire che all’inizio non mi era sembrato il Brasile di sempre. Per un attimo avevo pensato che questa potesse essere la stessa squadra che avremmo potuto battere in semifinale a Pechino e che si era fatta soffiare la medaglia d’oro olimpica dagli USA. E invece no, i giocatori di Bernardinho hanno dimostrato di essere degli extraterrestri: quando il gioco si è fatto duro loro hanno iniziato a giocare.

Il vero vincitore di questo mondiale è Bernardinho: cambia (quasi) tutto e vince lo stesso. Oggi come oggi nessuno riesce a motivare una squadra come lui. Forse questo pazzo scatenato è davvero il più grande allenatore di tutti i tempi.

Continua a leggere Vincono sempre loro: Brasile campione

Le magnifiche quattro del volley mondiale.

Avevo detto Brasile, Cuba, Italia e Russia. Ci ho azzecato al 75%, dato che la Russia ha dovuto cedere il passo ad una Serbia che nei momenti decisivi non molla mai.  Ora il cuore direbbe Italia, ma devo ammettere che Cuba è stata la squadra che finora mi è piaciuta di più.

I cubani giocano un volley pazzesco, tutto fisico, fantasia e spettacolo. Per la prima volta dopo anni rivedo una Cuba paragonabile alla mitica squadra capitanata da Joel “El Diablo” Despaigne… e questi sono anche (quasi) tutti ragazzini. La partita contro la Bulgaria (altra ottima squadra che forse avrebbe meritato di stare tra le top 4) è stata bellissima, pallavolo come non la vedevo da anni.

Per la serie “corsi e ricorsi” storici segnalo che l’Italia nel ’90 vinse i Mondiali battendo 3-2 in semifinale il Brasile (ancora mi ricordo il punto finale del 15-13, un buco per terra di Lucchetta da paura, dopo che mille problemi con il satellite avevano oscurato mezza partita su TeleMontecarlo…), e poi in finale i cubani per 3-1.

Stiamo a vedere che combinano i nostri sabato perché secondo me questo Brasile non è affatto imbattibile, anzi. Noi a muro stiamo andando benissimo e se Fei tornasse quello di una volta potremmo davvero dire la nostra. Certo, se poi i verdeoro giocheranno al 100% per noi saranno cazzi, ma per ora sogno di poter rivivere vent’anni dopo una finale come quella mitica Italia-Cuba di Rio De Janeiro del 1990. Questa non sarà una generazione di fenomeni ma da adesso in poi ce la giochiamo alla pari con tutti.

E godiamoci la soddisfazione di essere arrivati tra le prime quattro squadre del Mondo: a tutto il resto penseremo sabato sera…

Mondiali di Volley: adesso inizia il bello

Finita anche la seconda (ed inutile) fase del Mondiale di Volley con l’Italia che continua a svolgere il compitino. Adesso però viene il bello: Stati Uniti e Francia sono due avversari tosti ma sicuramente alla nostra portata, quindi ci sarà da divertirsi.

Speriamo però che Fei inizi a giocare se no per questa squadra sarà davvero difficile arrivare in fondo: Parodi e Savani stanno giocando benissimo, Mastrangelo forse non è mai stato così in forma, ma senza un Fei al meglio non ce la possiamo fare.

Continua a leggere Mondiali di Volley: adesso inizia il bello

Il punto sui Mondiali.

Iei si è conclusa la prima fase dei Mondiali di Volley con l’Italia che procede a punteggio pieno, anche se il 3-2  con l’Iran non è stato proprio il massimo. Invidio molto chi ieri sera a Verona si è potuto gustare l’epico 3-2 con cui Cuba ha battuto il brasile, risultato che conferma che questo Brasile non è più quello di quattro anni fa (ma ce n’eravamo già accorti alle Olimpiadi).

Cosa succede adesso? L’Italia disputerà il girone dei quarti contro Germania e Portorico. Due squadre abbordabili (ma da non sottovalutare) ed è facile prevedere un’Italia prima nel gironcino. Continuiamo ad avere culo perché arrivare primi significa giocare poi contro una tra Argentina e Francia (il Giappone non passa), e una tra Usa e Repubblica Ceca (e tanti saluti al Camerun): se così fosse la qualificazione alla semifinali sarebbe difficile ma non impossibile.

Se invece arriviamo secondi ci ritroviamo nel gironcino di semifinale Usa o Repubblica Ceca, e poi una a piacere tra Brasile, Polonia e Bulgaria. In questo caso sarebbero cazzi, per dirla alla francese. Arrivare primi nel girone dei quarti è dunque fondamentale, altrimenti potrebbe diventare davvero difficile continuare il sogno mondiale.

Nonostante tutto inizio a credere che le semifinali siano alla nostra portata: fenomeni finora non se ne sono visti e l’impressione generale è che i valori si siano abbastanza livellati. E quindi anche noi, nonostante i tanti difetti di questa squadra, ce la possiamo giocare con tutti: in una partita secca può succedere qualsiasi cosa.

Per quello che sono riuscito a vedere finora ecco quali potrebbero essere le quatttro semifinaliste: Cuba, Russia, Brasile e Italia (ma occhio a Polonia e Francia…). Si torna a giocare venerdì: alle 21.00 c’è Italia-Germania.